Google: il motore si evolve

Aziende

Il search engine ha messo a punto il motore, macinando nuovi accordi,
svelando servizi e ampliando il proprio raggio di azione nella Net economy.
Ipotesi di strategie con Ceo nel board di Apple

Google non è andato in ferie. Il motore di ricerca, già protagonista del Nasdaq e del cosiddetto Web 2.0, ad agosto non si è fermato neanche per un momento e ha messo a punto accordi e lanciato nuovi servizi. Ma non finisce qui: ha anche accelerato l’innovazione con una sovrapposizione di ruoli. Erich Schmidt, ceo di Google dal 2001, con un curriculum di prima classe, aggiungerà al ruolo nel motore di ricerca,l’ingresso nel consiglio di amministrazione di Apple. Nel frattempo, Google ha raggiunto un nuovo traguardo: ha firmato una storica intesa con eBay, un accordo pluriennale per accaparrarsi nuove fette della torta del mercato pubblicitario online. Nelle ultime settimane i due big delle Internet company, ora in luna di miele, sembravano invece essere entrati in rotta di collisione: Google aveva lanciato il guanto di sfida a PayPal, con il sistema di pagamento concorrente CheckOut, mentre eBay aveva svelato un servizio di advertising in rivalità con AdSense della BigG. Insomma, a luglio eBay e Google sembravano in diretta sfida e ai ferri corti o quasi. Invece l’altro ieri, l’annuncio del matrimonio: con un accordo, che ha al centro il click to call e la pubblicità testuale, eBay entra nell’orbita degli alleati di Google: Skype di eBay e Google Talk lavorano per diventare interoperabili e la Google Toolbar sposa il VoIp di Skype, ma le novità principali dell’accordo verranno presentate solo a inizio 2007. Sul fronte dell’innovazione, inoltre, Google non si è seduta sugli allori e ha sfoderato Google apps con nuove applicazioni personalizzate (in beta, personalizzazioni per Gmail, Google Talk, Calendar e Google Page Creator), oltre a una console per Webmaster; inoltre Google Book Search è finalmente entrato in Rete con classici in Pdf per tutti. Inutile dire che adesso gli occhi di Wall Street sono puntati sul futuro di Google nell’era del doppio ruolo di Schmidt, Ceo di Google e consigliere di Steve Jobs.Gli osservatori studiano l’ingresso di Erich Schmidt nel consiglio di amministrazione dell’azienda di Cupertino. La domanda a questo punto è d’obbligo: questa mossa rappresenta pura routine, una normale sovrapposizione di cariche, oppure fa presagire a un nuovo orientamento nelle strategie di entrambe le aziende?Se Google e Apple incroceranno i propri destini, lo mostreranno eventuali accordi futuri di ipotetiche sinergie. La sfida di Google a Windows Live di Microsoft e sul versante di Google Video e iTunes, potrebbe essere alle porte e subire una nuova imprevista accelerazione.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore