Google investe mezzo miliardo di dollari in Magic Leap

AziendeMarketing
Google investe nella realtà aumentata (Nokia City Lens in foto)
2 2 Non ci sono commenti

Magic Leap è una startup specializzata in computing e grafica in grado di simulare la realtà. Google l’ha finanziata con 542 milioni di dollari, per scommettere sulla Realtà Aumentata

Google investe 542 milioni di dollari in Magic Leap, la startup specializzata in computing e grafica in grado di simulare la realtà. Magic Leap è stata valutata 2 miliardi di dollari, ed ha catalizzato investimenti da Qualcomm Ventures, KKR & Co., Vulcan Capital, Kleiner Perkins Caufield & Byers ed Andreessen Horowitz. Magic Leap già funziona su device di Wearable tech.

La startup di Miami aiuterà Google ad esplorare le potenzialità della Realtà Aumentata. Questo è un settore in grande fermento, visto che Facebook ha acquisito Oculus VR, mentre Samsung all’ultima edizione dell’Ifa di Berlino ha svelato i visori Gear Vr. Cresce il numero di aziende focalizzate nella realtà virtuale ed aumentata, nell’era della Wearable tech, scandita dalla popolarità di dispositivi da indossare.

Con sede a Miami, in Florida, Magic Leap è specializzata in Cinematic reality, perconsentire di visualizzare un oggetto virtuale in 3D in ambiente reale.

Google investe nella realtà aumentata (Nokia City Lens in foto)
Google investe nella realtà aumentata (Nokia City Lens in foto)

L’augmented reality (AR) in ambito enterprise può migliorare i processi di business, i flussi di lavoro e la formazione dei dipendenti. Secondo la società di analisi Gartner, la realtà aumentata diventerà uno degli strumenti importanti nei posti di lavoro. Le potenzialità della realtà aumentata non vanno trascurate, anche se l’augmented reality (AR) in ambito enterprise è ancora allo stadio embrionale.

Gartner ritiene che l’AR sia potente: nella scoperta di cose nella vicinanza (per esempio individuare oggetti fonte di calore); per presentare oggetti del mondo reale di potenziale, speciale interesse (per rilevare ed evidenziare oggetti che  generino livelli di radiazione più alti del normale); per mostrare a un utente dove andare o che cosa fare (per esempio, aiutando un lavoratore a procedere in condizioni di scarsa visibilità); per fornire informazioni aggiuntive su un oggetto di interesse (dalla distanza alla dimensione, al livello di pericolo).

La realtà aumentata migliorerà l’efficienza, ha il potenziale di aumentare la produttività, fornire esperienza sul campo, semplificare i processi, accrescere le informazioni disponibili, fornire accesso ai dati in real-time, offrire nuove modalità per visualizzare problemi e soluzioni, ottimizzare la collaboration. Le aziende IT possono sfruttare l’AR per gettare un ponte fra mondo digitale e fisico: l’AR è un’opportunità per l’IT per aumentare l’interazione enterprise con la base utenti interna.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore