Google lancia l’allarme della censura online

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Google Transparency Report fotografa lo stato della censura online

Google ha ricevuto più di mille richieste da parte delle autorità globali per rimuovere video da YouTube e link dal motore di ricerca. Google Transparency Report fotografa lo stato della censura online

Le richieste governative di censura online aumentano. L’allarme di Google sul livello di censura è legato alle richieste di eliminare contenuti nell’ultimo semestre. Google ha ricevuto più di mille richieste da parte delle autorità globali per rimuovere video da YouTube e link dal motore di ricerca.

Google ha dovuto accondiscendere a metà delle richieste, catalogandole in un elenco pubblicatp sul Global Transparency Report. Le richieste riguardarono 12,000 temi, un quarto di più rispetto alla metà di un anno fa. Dorothy Chou, analista senior policy di Google, ha spiegato nel blog post che “Quando iniziammo a rilasciare questi dati, nel 2010, osservammo che le agenzie governativi dai paesi differenti ci chiedevano di rimuovere contenuti politici che i nostri utenti avevano postato sui nostri servizi. Speravamo che fosse un’aberrazione, ma ora sappiamo che così non è“.

Solo Google ha ricevuto 461 ordini di tribunali per rimuovere 6,989 contenuti, pari al 68% di questi ordini. Ma il motore di ricerca di Mountain View ha anche ricevuto 546 richieste informali, pari al 46% del totale. Non solo è a rischio la libertà d’espressione, ma ciò che fa impressione a Google è che tante richieste di censura giungano da solide democrazie occidentali che non dovrebbero indulgere nella pratica della censura. Invece la Polonia ha chiesto di rimuovere un articolo critico con un’agenzia dello sviluppo, la Spagna ben 270 blog e link, e il Canada un video su YouTube di un uomo che urinava sul suo passaporto.

Conosci i segreti e trucchi di Google? Scoprilo con un QUIZ!

Sai tuo di Anonymous? Misurati con un QUIZ!

Google Transparency Report fotografa lo stato della censura online
Google Transparency Report fotografa lo stato della censura online
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore