LG Google Nexus 4, un Android di qualità al giusto prezzo

MobilityWorkspace
LG Nexus 4

Un vero peccato che lo smartphone Nexus 4, prodotto da Lg, in Italia abbia sofferto per politiche di distribuzione incomprensibili, perché si tratta di uno smartphone dalle ottime prestazioni finalmente ora disponibile al giusto prezzo

Presentato a ottobre 2012, pochi smartphone hanno subìto vicissitudini distributive incomprensibili come LG Google Nexus 4 reperibile letteralmente a macchia di leopardo a seconda dei Paesi, con prezzi quanto mai ballerini (con variazioni di prezzo anche oltre 100 euro!!!!) a seconda della modalità di acquisto, con i più svariati canali di vendita al punto da disorientare (e far arrabbiare) non pochi utenti. Resta un fatto: in mezzo mondo Nexus 4 costa circa 300 euro e si compra da Google Play a meno di 300 dollari, ma non in Italia, dove è venduto ufficialmente da LG nelle catene della grande distribuzione, almeno a 50 euro più caro,  tra l’altro vogliamo ricordare a tutti gli utenti che riparazione e garanzia sono ‘sicure’ solo per i prodotti venduti in Italia.  Un vero peccato perché lo smartphone Nexus 4 presenta caratteristiche di tutto  rispetto, prestazioni più che buone e un prezzo equilibrato.  Non solo. Non si può che apprezzare, tanto per iniziare, che a fronte di app utilizzabili solo previa registrazione negli store di diversi vendor, oramai caratteristica di default dei più blasonati marchi e smartphone, su Nexus 4 si trovano preinstallati i servizi Google tout court. Tanti motivi in più per cui ora che a luglio arriva in commercio anche in Italia la versione bianca, speriamo che finalmente Nexus 4 entri in mainstream, per tutti, in tutte le versioni, come si deve. Con chiarezza.

Abbiamo in prova Lg Google Nexus 4 con 14 Gbyte di Ram, nella versione nera con il suo display IPS True HD con risoluzione 1280×728 a 320ppi, meno conosciuto anche con il nome LG E960. Per la data di uscita nel mercato globale sarebbe ancora ben coerente il confronto con Samsung Galaxy S III, ci atteniamo a una veloce rassegna delle specifiche tecniche, per procedere poi nelle nostre considerazioni personali. Si tratta di uno smartphone con Android 4.2.2, ma online si promettono già gli aggiornamenti; si consideri che senza personalizzazioni del vendor è pensabile che l’aggiornamento dell’OS possa raggiungere il pubblico prima (fatte salve le incertezze che hanno contraddistinto la commercializzazione del modello). Il processore è Snapdragon S4 Pro di Qualcomm a 1,5 GHz quad-core con 2 i Gbyte di Ram disponibili, servono a fruire comodamente anche dei giochi, insieme con la Gpu Adreno 320. La rinuncia alla memoria espandibile non è grave, se si sceglie il modello da 16 Gbyte. Con Nexus 4 si rinuncia al supporto LTE (ufficiale, perché sotto il cofano è previsto, ma non abilitato e non sulle frequenze italiane), ma NFC  è invece presente. La fotocamera principale ha il sensore da 8 Megapixel (1,3 MP quella frontale), oramai quasi dotazione standard sui modelli di fascia medio alta. WiFi e Bluetooth 4.0, ovviamente. Batteria da 2.100 mAh.

L’esperienza sul campo ci porta subito a considerare la buona della batteria anche per più giorni, con un utilizzo moderato sotto copertura WiFi. L’utente non ha accesso diretto ai comparti interni (come su Galaxy S III), ma l’integrazione hardware/software ha portato frutto; utilizzando toutcourt Nexus 4 “sotto sforzo”, con i giochi si porta a termine la giornata di lavoro, poco di più.

LG Google Nexus 4
LG Google Nexus 4, uno smartphone senza fronzoli, ma che fa registrare ottime performance anche a distanza di alcuni mesi dal debutto. Peccato per le scelte distributive assurde applicate nel nostro Paese

Sempre rispetto a un competitor diretto come Samsung Galaxy S III, Nexus 4 manca della radio FM (cui si supplisce con le app e lo streaming via web), il software di gestione fotografica è decisamente meno sofisticato, non ha lo stabilizzatore d’immagine, non si può espandere la memoria interna del device. In compenso Nexus 4 non paga assolutamente pegno per la qualità del display e, a fronte di uno spessore maggiore, Nexus 4 consente però di raggiungere con una mano sola ogni punto del display, anche per quel decimo di pollice per cui lo schermo è più piccolo, senza in verità inficiare l’esperienza complessiva. Per esperienza personale preferiamo smartphone leggermente di spessore superiore, ma con display più stretto proprio per mantenere la possibilità d’uso con una sola mano.

In ultimo, ma non per questo meno significative, le performance della cpu e della gpu nel complesso. Abbiamo fatto girare su LG Google Nexus 4 i benchmark di FutureMark per Android con gradevoli sorprese. LG Google Nexus 4 ha ottenuto 11.359 di score nel test Ice Storm e 6336 punti con Ice Storm Extreme. Questo smartphone è risultato perdente nel confronto con l’ultimo modello di Samsung Galaxy S 4 e con HTC One, ma ampiamente superiore a Samsung Galaxy S III, con un’ottima quotazione nella classifica generale (nel momento in cui scriviamo).

Considerata la buona fattura complessiva dello smartphone, con vetro Corning Gorilla Glass 2, ci sentiamo di consigliare Lg Google Nexus 4 a chi predilige uno smarpthone con Os Android aggiornato, ma allo stesso tempo sobrio nella dotazione, senza per questo rinunciare alle prestazioni complessive e questo nonostante non si tratti certo di uno smartphone di fresca fattura. Anzi. Tanto disordine nella distribuzione ha portato in ultimo almeno a qualche buona notizia. Lg Google Nexus 4 è disponibile in questi giorni online, con piccoli continui cali di prezzo a circa 330 euro nella versione a 8 Gbyte e a 380 euro in quella che consigliamo con 16 Gbyte di memoria.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore