Google passa ad Amd, prospetta Gdrive e corregge le previsioni

Aziende

Il motore di ricerca risale in Borsa, abbandona i chip Intel per il rivale Amd e ipotizza un nuovo servizio

Google, che nei giorni scorsi ha recuperato più del 2% al Nasdaq, dopo lo scivolone dei giorni scorsi, ha annunciato un cambio della guardia nei processori server. Ma andiamo con ordine:il cielo sereno è tornato sul titolo in seguito all’intervento del Ceo Eric Schimdt che ha corretto l’allarme ricavi del direttore finanziario, George Reye s. Inoltre nel corso della presentazione alle società di analisi finanziaria, Google ha parlato di prossime evoluzioni delle future soluzioni della BigG. Google non ha usato parole chiare in merito, ma ha prospettato un progetto, noto dalle indiscrezioni come GDrive, di fornitura di spazio storage virtuale da 1 Gbyte per utente. Tuttavia si tratta di una pura indiscrezione. Google ha espresso un quadro generale dei futuri sviluppi del motore di ricerca, senza scendere nei dettagli tecnici e, soprattutto, senza confermare il nome del prossimo progetto o servizio di Google nel cassetto. Infine, dopo speculazioni di Borsa e indiscrezioni su novità futuribili, una certezza: Google ha sostituito i processori dei propri server passando da Intel al concorrente Amd. Opteron a 64 bit andranno sui server più recenti della rete da circa 200.000 computer del motore di ricerca più popolare sul Web.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore