Google Play Music e Xbox Music sfidano iTunes

AccessoriMarketingWorkspace
Lo streaming sul Web di Xbox Music è per tutti gratis

La società d’analisi NPD fotografa il mercato degli store musicali. Oggi domina iTunes, ma Google Play Music, Xbox Music e Amazon Mp3 potrebbero riaprire i giochi

iTunes è lo storico jukebox digitale di Apple: nel secondo trimestre lo store musicale di Apple dominava il mercato della musica digitale con il 64%. iTunes Store detiene il 29% di tutta la musica venduta al retail, che cioè include sia i formati digitali (la musica liquida) che i supporti fisici (Dvd, Cd, vinili eccetera). NPD prevede che il mercato musicale digitale continui a crescere a doppia cifra, registrando un incremento del 10%, sulle unità vendute, nel 2012. Ma il mercato è in grande fermento.

L’offerta di Google Play Music

A sconquassare il mercato delle sette note digitali, sono in arrivo tre player (uno è già in campo da tempo, Amazon): Google Play Music, Xbox Music e Amazon Mp3 con Cloud player (il cui debutto in Italia è di poche settimane fa). Amazon MP3 detiene il 16% del mercato musicale digitale. Finora Google Play, eMusic, Zune Music Pass ed altri dovevano accontentarsi del 5%, ma NPD osserva che Google Play Music è in crescita, ed ha beneficiato dell’integrazione dell’ex Google Music con Android Market ed eBookstore nell’unico store: Google Play. Il servizio di Google Play ora è stato aggiornato con lo scan-and match. Fra un paio di settimane il servizio musicale di Google sarà  lanciato anche in Italia, permettendo di ascoltare in streaming la propria musica salvata sul Cloud, una sorta di iTunes Match  (ma gratuito) o di Amazon Cloud player. Dal 13 novembre si potranno salvare con il servizio musicale Google Play fino a 20 mila brani musicali per averli sempre a disposizione. E il recente accordo con la Twentieth Century Fox dimostra che Google Play Movies sarà il prossimo tassello della strategia Google nell’ecosistema per tablet.

Google Play Music
Google Play Music: in Italia dal 13 novembre

L’offerta di Xbox Music

Negli ultimi due anni sono emersi come player alternativi Spotify, MOG e Rdio, forti delle apps per smartphone e tablet. Ora, a raccogliere la sfida dello streaming – un terreno sottovalutato da Apple, legato al modello di store tradizionale – arriva addirittura Microsoft con Xbox Music. Il servizio musicale di Xbox si propone come servizio all-in-one che trae ispirazione, in parti uguali, da iTunes e Spotify — mentre Microsoft mantiene il modello a la carte offerto per anni, lo sta potenziando con un servio di Zune Pass streaming. Per la prima volta Microsoft offrirà streaming gratuito e supportato dalla pubblicità, dedicato a chi usa Pc con Windows 8 o un tablet (Windows 8 o RT). Ma l’originalità di Xbox Music consiste anche nello sposare lo stile Pandora con la funzionalità Smart DJ per le “stazioni” focalizzate su un’artista e l’abbonamento da 9.99 dollari al mese. Inoltre gli utenti possono accedere alla musica sincronizzata verso gli smartphone Windows Phone 8 e Xbox 360.

Xbox Music è un servizio in streaming e download
Xbox Music è un servizio in streaming e download

In altre parole, Microsoft non sfida solo Apple, ma anche Spotify, Rdio e i servizi in streaming, offrendo un’unica esperienza sotto Xbox Music. Microsoft fa leva sull’ubiquità delle console Xbox 360 e sulla pubblicità di Windows 8, per spingere ulteriormente lo streaming musicale. Xbox Music si prone come “consumer choice” che offre agli utenti libertà di scelta, la possibilità di streaming o di acquisto. Sul fronte della condivisione, il servizio musicale di Xbox permetterà l’active sharing via charm bar su Windows 8, mentre dal 2013 scommetterà anche sul passive sharing via social graph e Facebook. L’ integrazione dello streaming con smartphone e tablet potrebbe riuscire a rompere il dominio di iTunes. Come risponderà Apple? In attesa che si tuffi nel mercato streaming, l’unica mossa di Apple nel cloud si è limitata ad iTunes Match. A inizio 2013 il colosso di Cupertino potrebbe presentare una radio in streaming per rispondere alla controffensiva. Ma dopo un mese e mezzo dall’annuncio,  iTunes 11 non è ancora uscito. E se gli utenti di Windows 8 installeranno Xbox Music app sui loro iPhone e iPad, per Apple sarà un campanello d’allarme.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore