Google, privacy in 28 parole

Autorità e normativeSorveglianza

Dopo le richieste di associazioni per la tutela della privacy, Google ha finalmente inserito nella sua home page il riferimento alla sua policy in materia di riservatezza dei dati

Google ha appena pubblicato in un post la decisione di inserire (finalmente) la sua privacy policy nella homepage.

La scelta e’ stata dettata dalle pressanti richieste di molte associazioni per la tutela della privacy, che criticavano Google per la scarsa chiarezza della sua policy. Marissa Meyer, dello staff di punta del motore di ricerca, ha annunciato che questo cambiamento non ha modificato, pero’, il numero delle parole (28) presenti sulla homepage. Le due parole ©2008 – Google, sono diventate ©2008 – Privacy. Il numero delle parole conta per un sito leggero e performante come quello della casa di Mountain View.

[ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore