Google riapre la polemica sugli smart tag

Management

Sotto processo è la funzionalità Autolink della nuova toolbar del motore di ricerca

Quando Microsoft introdusse il concetto di Smart Tag suscitò un vespaio di polemiche: oggi Google ne resuscita il fantasma, con la nuova release della toolbar. Parliamo degli hyperlink, che Microsoft aveva già nel 2001 chiamato Smart Tag, ovvero la possibilità di aggiungere link in un ipertesto dove tali link non esistono. La funzione Autolink della nuova toolbar di Google ha la pretesa di fornire link, una volta attivata l’opzione, a pagine Web commerciali. Se in un sito Internet è per esempio citata un’opera di un autore, la funzionalità potrebbe attivare il link a un sito Web di libreria online, stravolgendo il senso dell’ipertesto ideato da un Web publisher senza fini commerciali. Google sta in questi giorni rispondendo ai blogger che hanno aperto la polemica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore