Google ribattezza la gamma Nexus con il nuovo nome Android Silver

AziendeMarketingMobile OsMobility
Addio Nexus, arriva Silver: è l'ora del rebranding di Google
6 3 Non ci sono commenti

Google cambia nome alla gamma Nexus: adesso si chiamerà Silver

Addio Nexus, arriva Android Silver: stando alle indiscrezioni, sarebbe scattata l’ora del rebranding da parte di Google. Le vendite non esaltanti di Nexus devono aver convinto Google a cessare il marchio Nexus, per mettere l’accento non solo sul nuovo brand Silver, ma soprattutto su un differente approccio. Finora Nexus si distingueva per la piena aderenza allo sviluppo open source di Android. Nexus si caratterizzava in quanto Android allo stato puro, in assenza di skin aggiuntive (come Htc Sense o l’interfaccia Samsung) e in presenza di aggiornamenti al volo alle nuovo versioni, senza dover aspettare tempi biblici per l’upgrade. Nexus doveva dare la sveglia ai vendor contro la frammentazione, ma le modeste vendite non hanno avuto troppo effetto.

Android Silver arriverà subito dopo il rilascio dell’utimo Nexus, quindi il vecchio brand verrà dismesso. Silver punterà sulla fascia top di gamma, su una strategia di comunicazione e promozione più mirata e ad hoc, magari accompagnata dall’apertura di flagship store nel mondo. Inoltre Google potrebbe pagare di tasca propria la pubblicità per Android Silver, alleggerendo gli Oem da questa incombenza costosa.

Già imbarcati nel progetto Silver sarebbero Lg e Motorola (quest’ultima ceduta da Google alla cinese Lenovo). Ma in trattative sarebbero già Samsung, HTC e Sony.

I primi Silver sono attesi sul mercato a inizio 2015.

Addio Nexus, arriva Silver: è l'ora del rebranding di Google
Addio Nexus, arriva Silver: è l’ora del rebranding di Google
Ormai Android detiene lo scettro del mercato smartphone e tablet. Secondo Gartner, il sistema operativo nel mercato tablet, Android detiene lo scettro del mercato OS per tablet con il 61,9% di market share, in crescita rispetto al 45,8% del 2012, il doppio delle quote di mercato di Apple iOS, che cala dal 52,8% del 2012 al 36% del 2013.Invece, nel mercato smartphone, IDC prevede che Android manterrà lo scettro, visto che domina il mercato smartphone, ma calerà dal 79% del 2014 al 76% dal 2018. Apple iOS scenderà dal 15% al 14%.
Ad aprile KitKat, l’ultima versione di Android sta conquistando terreno, ma il ruolo determinante ce l’ha ancora Jelly Bean, la versione precedente.
Il mercato smartphone assisterà a un 2014 col freno tirato, in cui la crescità si dimezzerà, passando da un incremento del 38% del 2013 al 19% del 2014, per ridursi di circa un terzo, al 6%, dal 2018 in poi. IDC prevede che Android manterrà la palma d’oro, visto che domina il mercato smartphone, ma calerà dal 79% del 2014 al 76% dal 2018. Apple iOS al secondo posto sul podio, scenderà però dal 15% al 14%. Windows Phone andrà quasi al raddoppio: balzerà dal 3.9% al 7%.
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore