Google rimarrà in Cina

Management

Google.cn non è destinato a chiudere i battenti

Dopo le disavventure della versione internazionale Google in Cina, incappato nelle maglie della censura della Grande muraglia digitale, il co-fondatore di Google Sergey Brin sembrava aver aperto a una fase di autocritica. Tuttavia business is business, e Google è in Cina per fare affari e continuerà a farli. La versione “addomesticata”, e censurata, Google.cn non ha nessuna intenzione di chiudere i battent i. Aver espresso un’autocritica sull’essere stati costretti a piegarsi alla censura di Pechino, non significa abbandonare uno dei mercati Internet più fiorenti e promettenti del pianeta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore