Google rinuncia a Windows nei suoi uffici: passa a Mac e Linux

MacManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace

Google ha deciso di migrare a Mac OS X su computer Apple e a Linux su Pc, dando l’addio a Windows. Per motivi di sicurezza

Per motivi di sicurezza Google farà a meno di Windows nei suoi uffici. Google è giunta a questa conclusione in seguito al cyber attacco cinese. Windows veniva utilizzato da 10,000 dipendenti interni di Google.

Google ha deciso di passare a Mac OS X e a Linux su Pc. Diversi impiegati di Google, che amano l‘open source, preferiscono Linux il cui codice sorgente è aperto.

È vero che Windows è noto per essere più vulnerabile agli attacchi di hacker e cracker del ciber-crime, oltre che essere nel mirino di malware e virus, tuttavia è anche vero che il cyber-crimine attacca Windows solo perché è il sistema operativo più diffuso. Tra Mac Os X e Linux, allora a vincere sul piano della sicurezza è il pinguino di Linux.

Secondo Net Applications, Windows detiene oltre l’80% di tutte le installazioni. Google e Microsoft ormai competono su innumerevoli fronti: nel mercato degli uffici sul Web (con Google Docs e Apps contro Office Web apps); nel mercato della ricerca online (Google contro Bing); nel mercato telefonia mobile (Android contro Windows Phone); nel mercato dei servizi online e presto dei sistemi operativi per netbook (Chrome OS contro Windows 7). Adesso arriva l’affondo di Google con l’addio a Windows.

Google passa a Mac e Linux
Google passa a Mac e Linux
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore