Google si tuffa in Ubuntu Linux, lancia il click-to-call e tratta con Napster

Aziende

Con Goobuntu il motore di ricerca avrebbe iniziato a investitre nel Pinguino. Inoltre girano voci di ipotetiche alleanze con Napster

Le ultime novità di Google sono numerose. Iniziamo dalle certezze, per passare in chiusura sui rumors. Google ha confermato che sta utilizzando Ubuntu Linux sui desktop, internamente alla società. Ma non ha fatto sapere perché. Qui nascono alcune speculazioni: secondo The Register, Google sta sviluppando una propria distribuzione Linux per desktop, basata su Ubuntu. Le fonti, non confermate, avrebbero chiamato l’esperimento Goobuntu. Ma Google si è limitata a sostenere di impiegare la tecnologia Ubunto al proprio interno, senza specificare oltre. Con Google Pack, presentato al Ces, il motore di ricerca ha iniziato la sua prima sfida nel software a Microsoft, ma di sistemi operativi non ha mai parlato ufficialmente. Tra le certezze, Google ha invece presentato la propria soluzione VoIP in accordo con VoiceOne per la telefonia su Internet. Con il VoIP Google lancia il servizio click-to-call dedicato all’advertising. Infine, l’ultima indiscrezione: Napster sarebbe in trattative con Google. Napster finora dice di non essere in vendita, ma secondo il New York Post si parla di extensive alliance o outright acquisition. Google quindi punterebbe a un accordo o addirittura ad aggiudicarsi il servizio di musica digital e.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore