Google sperimenta il Neuro Network

ManagementMarketingWorkspace
Il neuro network di Google riconosce i video dei gatti

Il neural network di Google è stato creato connettendo 16.000 processori di computer per supportare le teorie biologiche su come il cervello umano riconosce gli oggetti. Il Neuro Network al test dei gatti

Migliaia di video di gatto su YouTube serviranno a capire come il cervello umano riconosce gli oggetti. Google ha creato un Neuro Network composto di  16.000 processori di computer per supportare le teorie biologiche  sul funzionamento cerebrale. Il Neuro Network va al test dei gatti e offre una prova del “machine learning”. Mille computer collegati in rete, per un totale di 16mila diverse unità computazionali, hanno simulato un cervello umano, e dimostrato che un simile sistema, fatto di silicio e folgoranti connessioni, è in grado di imparare e riconoscere contenuti senza interazione umana.

Dopo una settimana le 16mila Cpu simulano il cervello di un neonato, capace di riconoscere forme e profili: “Partivamo dall’ipotesi che potesse imparare a riconoscere oggetti comuni in questi video. Inoltre uno dei nostri neuroni artificiali ha imparato perfino a rispondere alle stringhe sui gatti,” hanno scrittoGoogle Fellow Jeff Dean e il ricercatore Andrew Ng.

Al network non era stato spiegato che cos’è un gatto né una singola immagine era stata etichettata come “gatto”, ma il network è stato in grado di “riconoscere” da solo ed astrarre il concetto di “gatto” dopo che gli sono stati dati in pasto 10 milioni di immagini digitali di  video sui gatti. Google vuole che il suo datacentre approssimi il funzionamento di un cervello umano per migliorare il riconoscimento di immagini e la classificazione dei pattern. Ma questi studi avranno un impatto nel riconoscimento del linguaggio e nel  language modelling. Il neuro network totalizza un miliardo di connessioni, una piccolissima frazione di un cervello adulto che mostra 100 trilioni di connessioni neurali.

Il neuro network di Google riconosce i video dei gatti
Il neuro network di Google riconosce i video dei gatti
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore