Google Street View vince la causa sulla privacy

Autorità e normativeSorveglianza

Una coppia della Pennsylvania aveva portato Google in tribunale per violazione della privacy, ma ha perso la causa

Google ha vinto la causa, che era stata mossa da una coppia della Pennsylvania, indispettita dal servizio a 360 gradi di Google Street View. Aaron e Christina Boring, che invece di avvalersi della possibilità di far rimuovere le immagini avevano chiesto un risarcimento da 25mila dollari (per danni morali), hanno perso in tribunale: la loro privacy non è stata violata, anche se l’autista di Google aveva sconfinato inavvertitamente in una strada privata.

Fin dall’esordio negli Usa nel 2007, Google Street View aveva suscitato qualche perplessità: aveva promesso di offuscare volti e targhe, ma il sistema non è infallibil e, e rimase famoso un ” tanga ” immortalato sulle mappe a livello stradale, di un’ignara automobilista, fotografata mentre usciva dalla sua auto. eFu clatante anche il caso di uno sfortunato immortalato dall’auto con telecamera di Google mentre esce da un club a luci rosse e successivamente preso in flagrante dall’ignara moglie.

In tutti i paesi in cui è uscito, Google Street View ha sollevato malumori di moralisti e benpensanti: nelle basi americane Usa, in Giappone , persino in Italia . In America un’intera cittadina del Minnesota , North Oaks, è arrivata a minacciare il gigante californiano.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore