Google svela Project Brillo, l’OS per IoT

Internet of EverythingNetwork
Project Brillo a Google I/O: è l'OS per IoT
3 2 Non ci sono commenti

Project Brillo è il sistema operativo per Internet delle Cose (IoT), presentato a Google I/O

A Google I/O, Sundar Pichai spiega la strategia di Google per Internet of Things (IOT). I team di Android e Chrome OS stanno collaborando per Internet of Things .

Project Brillo a Google I/O: è l'OS per IoT
Project Brillo a Google I/O: è l’OS per IoT

Alla conferenza sviluppatori, Google svela Project Brillo, il sistema operativo (OS) per Internet delle Cose (IoT). Derivato da Android, ma semplificato allo strato inferiore. Brillo supporta Wi-Fi, Bluetooth Low Energy, ed altri requisiti Android.

Weave” è il communications layer per IoT. Weave permette ai dispositivi Brillo, agli smartphone e a internet di dialogare l’un con l’altro. Weave è multipiattaforma e arriva con API per sviluppatori.

Brillo è atteso nel terzo trimestre, e Weave nel quarto.

Dopo aver acquisito Nest per 3.2 miliardi di dollari, Project Brillo sfiderà Apple HomeKit: agirà da software che interconnette la cosiddetta Internet of Things, ovvero qualunque device dotato di sensori e in grado di dialogare l’un con l’altro, dall’abbigliamento smart alle chiusure di porte alle lavatrici, termostati, frigoriferi e climatizzatori.

Conoscete Internet delle Cose? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore