Google triplica e poi cambia strategia

NetworkProvider e servizi Internet

Le pagine Internet ricercate sul database di Google si moltiplicano per tre

Yahoo!, lo scorso agosto, in seguito all’acquisizione di Alibaba.com, ha affermato di avere incrementato i propri risultati di ricerca oltre a 19 miliardi di pagine Web. Google, che ha spento la settima candelina dell’anniversario, ha dichiarato di aver triplicato: ma in concomitanza dell’enorme exploit previsto sul suo già ricco database, mette anche un freno. Google, che fino all’altro ieri aveva oltre 8 miliardi di pagine Internet indicizzate in archivio, infatti ha deciso uno stop a una competizione sui grandi numeri, per puntare sulla qualità. Le ricerche con query o interrogazioni, ovvero parole, generiche, porta oggi a milioni di risultati, a volti privi di rilevanza: ecco,Google in futuro non scriverà più il numero delle pagine Web generate per ogni ricerca, che oltretutto spesso è frutto di risultati doppioni e non solo. Google punta quindi a sondare il deeper Internet, nella ricerca con termini inusuali dove oggi i risultati all’interrogazione si contano sul migliaio di risposte circa. E qui la moltiplicazione per tre, secondo Google, sarà significativa. Senza più giocare la carta del database più ricco, che non vuol dire nulla se non fornisce risposte rilevanti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore