Google Tv riparte dalle apps Android e dai canali YouTube

AccessoriMarketingWorkspace

Una nuova versione di Android, le applicazioni Web di Android Market e soprattutto i 100 canali di YouTube, frutto di partnership, ridanno slancio alla Google Tv

Google non abbandona, ma anzi rilancia il suo progetto innovativo di GoogleTv, che finora non è decollato a causa della mancanza di alleanze con i grandi broadcaster. Google Tv riparte da una nuova versione aggiornata di Android, dalle apps di Android Market (che hanno reso Android il primo sistema operativo al mondo nel mercato smartphone) e soprattutto dalle partnership che danno vita ai cento, ben oltre la ventina finora ipotizzata, canali di YouTube. Saranno canali originali con musica, televisione, film, news e sport: da Madonna alle star del momento (l’attore, ex di Demi Moore, Ashton Kutchner e l’astro del basket Shaquille O’Neal) , cento canali con produzione propria.

Google vuole aumentare i ricavi dall’advertising video. Secondo ComScore i navigatori negli Usa hanno guardato una media di 19.5 ore di video lo scorso mese, in crescita dalle 18 ore di agosto: segno che lo streaming video registra forti incrementi.

Google Tv conquista cento canali video, made by YoTube, ma fa passi avanti anche lato software e servizi. Google Tv infatti, basata su Android Honeycomb, migliora l’interfaccia, semplifica la visione degli abbonamenti alla Pay-Tv e acquista le apps di Android Market. Ottocento  applicazioni, di cui una 30ina sviluppate ad hoc, che spaziano dalle news al video on-demand e al Web.

Google Tv finora è prodotta da Sony, ma amplierà la gamma dei vendor con Samsung ed altri produttori entro Natale. Lo sbarco in Europa dovrebbe avvenire nel 2012. Google ha acquisito i set-top-box di Motorola per rilancare la Google Tv.

Sony Google Tv
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore