Gothic

PCWorkspace

E i giochi di ruolo trovarono il loro nuovo campione…

di Andrea Maselli La ricetta per raggiungere lo scopo è fatta di tre ingredienti una splendida grafica tridimensionale (mostrata in terza persona, alla Tomb Raider), un elevatissimo livello di interattività con il mondo circostante e, soprattutto, un sistema di intelligenza artificiale dotato di memoria che permette di costruire una vera e propria rete di rapporti sociali con i personaggi non giocanti. Tre clan – rigidamente separati e ispirati a filosofie di vita assolutamente inconciliabili – sono sottoposti al giogo della tirannia di un unico imperatore e imprigionati da una magica barriera di energia. Sin dalle prime battute vi troverete dunque a dover tessere relazioni per trovare amici e sostenitori e poter essere così accolti a far parte di questa o quella comunità svolgendo piccoli compiti potrete ingraziarvi alcuni personaggi ma, inevitabilmente, ve ne inimicherete altrettanti, con conseguenze che potrebbero manifestarsi proprio quando meno ve lo aspettate. Questo meccanismo assicura un continuo susseguirsi di colpi di scena e da vita a una sceneggiatura coerente e davvero incisiva, cosa rarissima per un gioco di ruolo computerizzato. Lunico lato veramente debole di Gothic, a parte, forse, un avvio un po lento, è linterfaccia dei comandi, assolutamente non allaltezza delle sue possibilità. Sia il sistema di gestione dellinventario sia il sistema di combattimento sono alquanto macchinosi curiosamente il primo non prevede il comodo uso del mouse, mentre il secondo richiede la pressione di una combinazione di tasti (il tasto azione più un tasto direzionale) e un estremo tempismo. Man mano che il personaggio si evolve portando a termine missioni e sottomissioni, nonché eliminando nemici e mostri, accumula anche dei punti che potranno essere spesi per potenziare abilità e caratteristiche. Oltre alle classiche abilità di combattimento, ve ne sono alcune molto particolari che permettono al protagonista di guadagnarsi da vivere onestamente pagando il giusto prezzo si può imparare a scuoiare gli animali e recuperarne parti pregiate come denti e artigli, da rivendersi poi sul mercato. La grafica, pur non essendo lo stato dellarte, è davvero splendida. Lalternarsi del giorno con la notte, il cielo cangiante, lilluminazione dinamica e le ombre in tempo reale si amalgamano a ricostruire un mondo credibile e, al tempo stesso, commovente. Non mancano difetti grafici qua e là, ma nel complesso, considerando anche lo stupefacente livello di dettaglio di paesaggio, mostri e personaggi, Gothic è una vera chicca. Nel complesso, imperdibile. Il gioco è in inglese, lo stringatissimo manuale in italiano Leader sta meditando sullopportunità di realizzare una versione interamente localizzata nella nostra lingua.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore