GPS in palmo di mano

LaptopMobility

Una soluzione completa per la navigazione satellitare.

Si direbbe proprio che il navigatore satellitare sia l’ultimo feticcio degli italiani, il nuovo oggetto del desiderio per i fanatici del gadget. Ma anche chi non è particolarmente attratto dalle novità tecnologiche finisce per subire il fascino di questi apparecchi. Sarà forse per via della vocazione ai viaggi che gli italiani hanno nel sangue, ma penso sia soprattutto perché – e sono sicuro che tutti saranno d’accordo con me – quando guidiamo non ci piace chiedere indicazioni. Nei prossimi anni, i produttori di automobili includeranno i navigatori nella dotazione di serie di un numero sempre maggiore di modelli; per ora comunque, chi vuole il satellitare deve quasi sempre sceglierselo e installarlo. Accanto a quelle dedicate e completamente proprietarie, prima sono apparse soluzioni basate su sistemi operativi standard (Palm e PocketPC) ma con hardware proprietario; e adesso si comincia a vederne qualcuna costituita principalmente da componenti standard. È il caso di questa soluzione che abbiamo provato, proposta da PalmOne, che include in una sola scatola tutte le componenti necessarie: un palmare Zire 72, basato su PalmOs 5.2.8; un ricevitore GPS Kirrio; e il programma di navigazione di Mapsonic dotato delle mappe di Via Michelin, che nella versione venduta nel nostro paese coprono Italia e Svizzera. Lo Zire 72 è un palmare della linea Palm dedicata al pubblico “consumer”. Basato su processore Intel ARM a 312 MHz con 32 Mbyte di RAM, dispone di uno schermo a 65mila colori da 320 x 320 punti, fotocamera digitale da 1,2 Mpixel, registrazione vocale e lettura MP3, collegamento senza fili Bluetooth di serie. Uno slot di espansione consente di alloggiare schede SD, sia di memoria sia di espansione I/O. Lo Zire 72 è naturalmente completo di tutto il software standard Palm per la gestione di dati personali (agenda, indirizzario, eccetera). L’altro componente hardware del sistema è il ricevitore Kirrio. Più piccolo di un pacchetto di sigarette, può collegarsi a 12 satelliti e trasmettere i suoi dati via Bluetooth. Una carica della batteria è sufficiente per circa 8 ore di utilizzo. Il software di navigazione Mapsonic, infine, si occupa di gestire tutta la parte riguardante le mappe, fornite dallo specialista ViaMichelin. Il CD-ROM del software fornito si occupa di installare le necessarie componenti nel PC, nel palmare e nella scheda di memoria SD fornita per contenere le mappe. Una lunga serie di accessori completa il tutto: in particolare, bracci e slitte di montaggio, sistemi di fissaggio a ventosa e a incastro, caricabatterie da rete e da accendisigari. Nell’uso pratico, il sistema ha rivelato molti pregi e qualche difetto. Tutto bene per l’installazione del software e il trasferimento automatico delle mappe; qualche problema invece per le piccole dimensioni dello schermo dello Zire, pur dettagliatissimo, che spesso obbliga ad avvicinarsi per leggere bene le indicazioni. Il ricevitore Kirrio è piuttosto lento nella ricerca dei satelliti (soprattutto all’inizio, poi le cose migliorano) e quindi è normale attendere un paio di minuti prima che il sistema agganci stabilmente la posizione. Abbiamo trovato molto comoda la navigazione con vista 3D e il gran numero di “punti di interesse” segnalati sulla carta, tipo parcheggi, ristoranti eccetera. La funzione di ricerca della destinazione è veloce e anche il ricalcolo di un itinerario (quando si salta un incrocio) è pressoché istantaneo. Nel complesso, una soluzione che gli affezionati di Palm preferiranno sicuramente a molte proposte proprietarie.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore