Gps sull’orlo di una crisi di nervi

Dispositivi mobiliMobility

Il Gao avverte che nel 2010 la rete satellitare potrebbe finire a pezzi, rischiando il collasso

Lo statunitense Government Accountability Office (Gao) ha lanciato l’allarme: il Gps è al collasso e dal 2010 potrebbe perdere pezz i.

Non è chiaro se, con la grave recessione Usa, lo Us Air Force sarà in grado di acquistare nuovi satelliti in tempo per prevenire la catastrofe satellitar e. L’Air Force ha registrato malfunzionamenti e avuto problemi a sincronizzare la prossima generazione di Gps satellitari con il controllo di terra e le attrezzature utenti. Dopo tre anni di rinvii, il primo satellite sostitutivo sarà lanciato a novembre.

Mentre lo slittamento europeo del Gps civile è ormai cronico, la Cina dal 2007 si sta attrezzando: Beidou sarà la base di un più accurato sistema di navigazione satellitare che si chiamerà Compass Navigation Satellite System.

L’alternativa al Global Positioning System (Gps) gestito dagli Stati Uniti è rappresentata dal progetto europeo Galileo, in clamoroso ritardo, forse al via entro il 2013.

L’anti Gps europeo Galileo sarà operativo nel 2013, con uno slittamento di 5 anni, e costerà 3,4 miliardi di euro. Sarà così che il segnale andrà in orbita a 24 mila chilometri per localizzare con un margine di errore di un solo metro. L’ Unione Europea ha raggiunto un accordo per lo sviluppo del programma di navigazione satellitare dopo uno slittamento di cinque anni e varie modifiche sostanziali al programma iniziale.

Fallita la partnership pubblica-privata, la Commissione Europea ha deciso di finanziare interamete con fondi pubblici dei 27 paesi membri.

Germania e Italia ospiteranno sul loro territorio un centro di controllo del sistema.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore