GreenPeace contesta il Computex

Workspace

Non solo anti nucleare: l’hi-tech deve imparare a rispettare l’ambiente

Al Computex di Taipei non si parla solo di tecnologia, Cpu e computing. GreenPeace ha strappato la prima pagina all’alta tecnologia, ponendo domande serie ai produttori dell’hi-tech. L’ambiente non è un optional e non deve essere preso sotto gamba dalle aziende hi-tech, questo è l’urlo di battaglia di GreenPeace al Computex. Rifiuti tecnologici con sostanze altamente tossiche, smaltimento inadeguato in gran parte del globo e lavoro minorile: ecco alcune delle questioni sollevate dagli ambientalisti. Ora tocca all’industria e ai consumatori adeguarsi alle normative vigenti in materia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore