Greenpeace ridimensiona la svolta verde

Management

L’eco-tech presente al CeBit non è abbastanza ecologico, ma l’associazione ambientalista elogia gli sforzi fatti da Sony, Sony Ericsson, Nokia e Apple

Al C eBit il Green It fa la parte del leone. Ma l’accento sull’ecocompatibilità non sembra essere sufficiente.

Greenpeace ha avvisato che le aziende mondiali devono ancora impegnarsi molto per eliminare completamente le sostanze pericolose contenute in computer e cellulari.

E molto lavoro resta da fare sul fronte del risparmio energetico. Greenpeace ha elogiato gli sforzi fatti da Sony, Sony Ericsson, Nokia e Apple.

Abbiamo notato l’uscita sul mercato di prodotti più ecocompatibili come il nuovo portatile di Apple, MacBook Air, e il telefono di Nokia ‘Evolve‘”, ha affermato Yannick Vicaire

di Greenpeace. In un test i tre migliori prodotti (il computer Sony Vaio TZ11, il cellulare Sony Ericsson T650i e il palmare Sony Ericsson P1i) hanno però ottenuto metà punteggio. La strada per l’eco-tech è ancora lunga.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore