Grid: meglio se open source

Aziende

Alcune importantissime aziende leader nel settore tecnologico si sono unite per promuovere il Grid in versione Open Source

NEW YORK CITY, NY (USA). IBM, HP, Intel e Nortel Networks si sono unite per promuovere sistemi di grid computing basati su software open source. Il Grid è un tipo di sistema che consente di unire tutte le capacità di calcolo dei processori di tutto il mondo, per consentire di effettuare ricerche e studi di particolare complessità. La differenza fra il Grid computing e altre tecnologie di condivisione di risorse sta nella caratteristica che nel caso del Grid ciascun nodo possiede un proprio gestore di risorse, senza dipendere necessariamente da altri nodi centrali. Le quattro aziende hanno aderito al Globus Consortium, che sta promovendo l’uso di un Globus Toolkit, una piattaforma open source inizialmente realizzata da Univa. Quest’ultimo è un membro del Consorzio particolarmente attivo nel settore dell’istruzione. Con l’adesione delle quattro società si darà maggiore diffusione a questo sistema di calcolo di enorme potenza. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore