Groupon ridimensiona l’Ipo in Borsa

AziendeMarketingMercati e Finanza
Ipo di Groupon

Groupon rinuncia all’Ipo da 25 miliardi di dollari, per scendere a patti con la realtà. Il sito degli sconti e dei coupon vale metà circa di quanto ipotizzato a giugno

[caption id="attachment_49930" align="alignnone" width="185" caption="Groupon"][/caption]

Solo poche settimane fa Groupon  era il sito dei coupon e degli sconti che sperava in una quotazione dorata in Borsa. Ma oggi Groupon rinuncia ai sogni di gloria. Groupon  rinuncia all’Ipo da 25 miliardi di dollari, per scendere a patti con la realtà: un’initial public offering (Ipo) da 11.4 miliardi di dollari.

L’azienda di Chicago offrirà 30 milioni di azioni di Classe A a un prezzo compreso fra 16 e 18 dollari ad azione. L’Ipo frutterà a Groupon 540 milioni di dollari, contro i 750 milioni di dollari stimati a giugno.

A far abbassare la “cresta” a Groupon sono stati vari fattori: l’addio di alcuni manager, i dubbi sul modello di business, i chiari di luna a Wall Street eccetera. La quotazione di Groupon offrirà una valutazione da 10.8 miliardi dollari, la metà circa di quanto ipotizzato in precedenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore