GTR-FIAGT Racing Game

Management

Luci accese anche di giorno, casco ben allacciato e prudenza, sempre!

Ispirato al Campionato FIA GT, GTR è un gioco di simulazione automobilistica esasperata caratterizzato da una struttura quantomeno inusuale. La stragrande maggioranza dei giochi di guida vanta infatti meccanismi che sono più o meno sempre gli stessi, indipendentemente dalle scelte stilistiche degli sviluppatori: nuovi circuiti e auto più potenti si sbloccano progressivamente dopo aver vinto una gara, aver realizzato il giro più veloce o stabilito un particolare record. Sappiate allora che in GTR avrete tutto e subito. Volete correre, con una Lamborghini Murcièlago a Donnington? O con una Ferrari 550 Maranello a Magny Cours? Vi basta selezionare dall’apposito menu auto e circuito desiderati per trovarvi senza tanti preamboli subito in pista a scaldare il motore del vostro bolide. Chi apprezza le simulazioni senza troppi compromessi accoglierà di sicuro con giubilo questa originale scelta della SimBin. Rischia invece di rimanere deluso chi si aspetta il “solito” gioco di guida a difficoltà progressiva e apprezza bonus e nuove auto messe a disposizione come premi dopo ogni vittoria. Il problema maggiore è che i livelli di difficoltà non sono ben bilanciati. La modalità di gioco più semplice e spiccatamente arcade, chiamata “Guidatore della domenica”, è da considerare come una sorta di tutorial e di introduzione al gioco stesso: è caratterizzata infatti da una facilità irrisoria e da un livello di sfida pressoché inesistente. Quello che balza subito all’occhio è l’ottima riproduzione delle auto, praticamente indistinguibili dai modelli reali. La realizzazione invece degli scenari che fanno da cornice ai circuiti, pur curata, non è allo stesso livello: gli spazi intorno alle piste sembrano un po’ troppo simili gli uni agli altri e danno una sensazione di ripetitività. Un altro elemento impressionante è il motore fisico del gioco: la riproduzione dell’effetto scia, del grip delle gomme, dell’aderenza dell’auto in curva o dell’accelerata in uscita sono semplicemente straordinari. Provare un circuito guidando in beata solitudine e sentire come la vettura risponde alle nostre sollecitazioni è una meravigliosa sorpresa. Diverso è invece il discorso per quanto riguarda la gara vera e propria, dove un minimo errore o un settaggio non ben calibrato dell’auto portano alla perdita di una manciata secondi e a un prematuro ritiro o a un umiliante posto nelle retrovie dopo l’ordine d’arrivo. Configurare però tutti i parametri richiede una pazienza certosina perché si arriva a calibrare ogni singolo dettaglio dalla telemetria all’altezza dei sedili e alla temperatura dei pneumatici. In conclusione GTR è una simulazione di guida estrema. Il gioco è ben realizzato dal punto di vista tecnico e vanta un’ottima fluidità delle immagini e un accattivante impianto grafico, ma è caratterizzato da un livello di difficoltà tale (qualcuno ricorda GP Legends?) da risultare appetibile solo a giocatori armati di pazienza e volontà.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore