Guida al back up online

CloudServer

Nel nostro paese c’è pochissima cultura sul mondo del salvataggio remoto dei file

Un Pc contiene in media cinque anni della nostra vita (memoria digitale: foto, filmati, documenti, musica, idee, ricordi), ma in Italia manca ancora la cultura del back up online per il salvataggio remoto dei file. Per favorire il diffondersi di questa cultura è stata commissionata da Memopal la realizzazione di una guida che in breve elenca le principali caratteristiche del servizio e cita i principali player del settore così da permettere all’utente di fare autonomamente la propria scelta.

La mini-guida al Back up online spiega che il Backup Online è un sistema che prevede l’archiviazione di qualsiasi tipo di dato su server remoto tramite connessione Internet sicura e ne consente l’accesso in qualsiasi momento e da qualsiasi pc con credenziali riservate.

Il rischio di perdere dati considerati ‘vitali’ per la stragrande maggioranza delle persone è diventato il peggiore degli incubi. Normalmente le informazioni vengono archiviate su supporti ottici come CD e DVD, poco costosi, ma facilmente deteriorabili, oppure su dispositivi hardware come ad esempio penne USB o hard disk esterni.

I vantaggi del Backup Online rispetto all’archiviazione tradizionale sono molteplici, ecco alcuni esempi:i file sono trasferiti ed archiviati in modo sicuro, alcuni software utilizzano una cifratura a 128 bit, uguale o superiore a quella delle banche; sono fisicamente in luoghi diversi da quelli in cui si trovano gli originali. In questo modo sono protetti anche in caso di furto o incendio; si dispone di un grande spazio di archiviazione generalmente espandibile con un costo aggiuntivo nel momento in cui se ne ha bisogno; è possibile accedere ai propri dati, con credenziali riservate, in qualsiasi momento da qualsiasi postazione connessa ad Internet, alcuni fornitori del servizio consentono l’accesso anche da cellulare, non bisogna più preoccupasti di portare con sè il computer, perché i file saranno sempre disponibili online.

I fornitori di servizi di Backup Online non sono ancora molti nel mondo, ma stanno aumentando velocemente. Ognuno dei nuovi fornitori cerca di differenziare l’offerta proponendo, oltre all’innovativo sistema di archiviazione online, altre caratteristiche e/o servizi correlati. Di seguito elenchiamo le caratteristiche più utili: accesso ovunque, direttamente dal client installato sul computer; Multicomputer (più computer un solo account); archiviazione permanente; Backup in tempo reale (non tutti i servizi dispongono di questa funzione, alcuni eseguono il salvataggio solo ogni 12 o 24 ore); completamente automatico; condivisione (sharing); prestazioni ottimali (i migliori servizi di Backup Online non rallentano il computer sul quale

sono installati); motore di ricerca interno; Scalabile On-Demand (è possibile aumentare lo spazio a disposizione pagando una somma in base al numero di Gigabyte aggiuntivi richiesti); Versioning (il sistema tiene traccia di tutte le modifiche effettuate su un determinato file per un tempo virtualmente infinito).

Tutti i fornitori di servizi di Backup Online sono attenti e rispettano in modo rigoroso le norme vigenti in materia di privacy.

Alcuni servizi di Backup Online garantiscono l’anonimato dell’utente perché non richiedono alcun dato personale per la registrazione al servizio. In altri casi, ogni file è diviso in molte parti (i pacchetti) che vengono distribuiti su più server e ricostruiti solo quando il file è richiesto dall’utente.

Negli Stati Uniti il fenomeno del Backup Online è esploso nel 2007. Le aziende più conosciute sono attualmente Mozy e Carbonite .

Anche i ‘Big’ sono, di fatto, entrati nel mercato del Backup Online. Amazon ha creato il proprio servizio S3 che distribuisce attraverso rivenditori terzi e Google ha intenzione di lanciare GDrive, una sorta di estensione online del proprio hard-disk. Anche Microsoft e Sky stanno tentando di accaparrarsi una fetta di mercato offrendo servizi simili: il primo con Skydrive ed il secondo con Sky Store&Share . In realtà nei casi di Google, Sky e Microsoft è più corretto parlare di Storage Online e

non di Backup. Infatti, nel loro caso si tratta solo di un’estensione online del proprio hard-disk che è offerta gratuitamente, ma garantisce solo di pochi Gb di archiviazione per scopi non

professionali. Tra i servizi fin’ora più utilizzati negli USA, oltre a quelli già citati, ci sono gli americani Idrive , Beinsync e iBackup . In Europa, il servizio più conosciuto è Memopal nato alla fine del 2007 dall’idea di imprenditori ed ingegneri Italiani ed ora focalizzato sulla qualità del servizio

offerto.

Non tutti i servizi di Backup Online hanno le stesse caratteristiche. E’ importante saper scegliere il prodotto adatto alle proprie esigenze guardando sì al prezzo, ma facendo soprattutto attenzione agli elementi distintivi di ognuno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore