Hacker cinesi spiavano i protagonisti UE del G20

CyberwarMarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza
Hacker cinesi avrebbero spiato i Pc dei ministri di 5 Paesi UE all'ultimo G20 in Russia
0 0 Non ci sono commenti

Hacker cinesi avrebbero spiato i Pc dei ministri di 5 Paesi UE all’ultimo G20 in Russia. Attraverso il phishing: il codice malevolo, inviato via email, avrebbe permesso di trafugare dati. Il ministro degli Esteri cinese Hong Lei respinge le accuse

Se alla ribalta delle cronache è finita NSA, la Cina non è certo da meno. Hacker cinesi spiavano i protagonisti europei del G20, prima degli incontri ufficiali. I computer di cinque ministri degli esteri, in occasione del Summit del G20 dello scorso settembre dedicato alla crisi in Siria, erano monitorati da hacker cinesi. Lo denuncia a Reuters FireEye.

Le reti dei Pc erano state infiltrate attraverso email inviate allo staff con Subject intitolato al tema del presunto attacco in Siria: “US_military_options_in_Syria“. Invece era un attacco di phishing orchestrato ad hoc. Era sufficiente aprire la posta elettronica per infettare i Pc con software malevolo. L’ultimo summit del G20 si è tenuto a San Pietroburgo in Russia.

Agli hacker interessava trafugare dati. I Pc infettati con codice malevolo appartengono a ministri di cinque Paesi dell’Unione europea. L’attacco è stato riportato alle vittime del phishing al G20, attraverso l’Federal Bureau of Investigation (Fbi).

L’accusa a hacker cinesi è basata su prove: l’utilizzo del linguaggio usato su server di controllo; le macchine sfruttate per testare il codice malevolo. I gruppi di hacking sono spesso impiegati per trafugare proprietà intellettuale ad uso commerciale. Ma gli hacker del G20, in precedenza, avevano impiegato un’altra tecnica nell’operazione Snake nel 2011: inviavano alle vittime dell’attacco file che promettevano foto di nudi di Carla Bruni, la ex modella e moglie dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy.

Il ministro degli Esteri cinese Hong Lei respinge fermamente le accuse, ma si dipinge come vittima del cyber spionaggio di National Security Agency (NSA). Cosa che ha guadagnato una certa credibilità dopo le denunce del whistleblower Edward Snowden.

– Conosci la Cina e le sue tecnologie come il Grande Firewall? Misurati con un Quiz!

Hacker cinesi avrebbero spiato i Pc dei ministri di 5 Paesi UE all'ultimo G20 in Russia
Hacker cinesi avrebbero spiato i Pc dei ministri di 5 Paesi UE all’ultimo G20 in Russia
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore