Hacker contro il World Economic Forum

Network

Fuga di notizie dal sistema installato durante il Forum di Davos

Il World Economic Forum, ha ammesso che durante la sua ultima riunione tenuta a Davos, in Svizzera, alcuni hacker hanno violato il suo network interno. Sono in corso delle indagini per scoprire come degli intrusi siano riusciti ad ottenere così facilmente delle credit card proprio durante la riunione alla quale hanno partecipato tra gli altri Bill Gates, il leader palestinese Yasser Arafat e il primo ministro giapponese Yoshiro Mori. Gli hacker, una volta saltati tutti i sistemi di sicurezza, sono riusciti ad avere informazioni di carattere privato su un migliaio di partecipanti allincontro. Poi hanno inviato al settimanale svizzero Sonntagszeitung un file con indirizzi, carte di credito e numeri di telefono dei vip. Consideriamo questo attacco molto seriamente e le indagini partiranno immediatamente ha assicurato Charles McLean, direttore delle comunicazioni del Forum. In questo momento non sappiamo quali informazioni siano uscite e non sappiamo neanche quale sistema sia stato utilizzato per penetrare nel sistema ha continuato McLean che non ha confermato le voci sulle quali gli hacker sarebbero legati alle organizzazioni anti-globalizzazione che nei giorni del Forum sono state protagoniste di violenti proteste. In ogni caso sembra che le informazioni tenute nel quartier generale del World Economic Forum non possano essere state violate in alcuna maniera visto che i sistemi installati a Davos sono stati sempre tenuti separati dal network centrale di Ginevra.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore