Hacker inviano false informazioni sul traffico al navigatore della vostra auto

CyberwarSicurezza

Non sono sicuri molti ausili alla navigazione che offrono le informazioni sul
traffico

DUE HACKER ITALIANI hanno trovato il modo di i nviare false informazioni sul traffico ai sistemi di navigazione delle auto. Al convegno sulla sicurezza di CanSecWest, Andrea Barisani, ingegnere capo della sicurezza di Inverse Path, e l’hacker hardware Daniele Bianco hanno rivelato di essere in grado di deviare il traffico trasmettendo avvisi fasulli come ?attacco terroristico?, ?incursione aerea? o ?corrida?. Gli hacker possono inviare i falsi avvertimenti ai sistemi di navigazione che utilizzano una funzione dati delle radio in FM per visualizzare le informazioni sul traffico in tempo real e. Sono riusciti a creare code, maltempo, parcheggi al completo, aree di servizio sovraffollate, incidenti e lavori in corso inesistenti. Il trucco non è molto costoso, richiede soltanto qualche hardware preconfezionato per la trasmissione di segnali captabili dalle auto che si trovano nel raggio di un chilometro e mezzo circa. Barisani e Bianco hanno spiegato che molti ausili alla navigazione che offrono le informazioni sul traffico non sono sicuri . I dati sono inviati attraverso il Traffic Message Channel (TMC) del Radio Data System (RDS). Tutto quello che hanno dovuto fare è stato scrivere un programma per decodificare i dati RDS.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore