Hacker scatenati

Network

Gli attacchi DoS proseguono al ritmo di 4000 a settimana

I vandali della Rete mettono a segno oltre 4000 attacchi di tipo Denial of Service (DoS) ogni settimana, prendendo di mira non solo grossi portali quali Amazon e America On Line, ma rivolgendo le loro attenzioni anche a utenti casalinghi con connessioni sempre attive e piccoli Internet Service Provider stranieri. Da una ricerca pubblicata questa settimana effettuata dalla University of California e da Asta Networks, unazienda che si occupa di testare laffidabilità delle reti, viene fuori che durante un periodo di tre settimane sono stati effettuati oltre 12.805 attacchi DoS contro più di 5000 diversi obiettivi. La ricerca ha appurato che i diversi attacchi contro i siti commerciali sono stati estremamente differenti tra loro e che di solito sono abbastanza potenti da mandare in tilt i server ma sono abbastanza veloci da sfuggire ai meccanismi di difesa. Per esempio, un tipo molto comune di attacco DoS richiede una velocità di 500 packets al secondo per ingolfare un normale server. Durante il periodo coperto dalla ricerca, quasi la metà degli attacchi hanno raggiunto questa intensità, mentre alcuni lhanno superata anche di 1200 volte. La maggior parte degli attacchi tende ad essere relativamente di breve durata; il 90% dura meno di unora, solo il 2% è durato più di 5 ore, mentre sono poche dozzine gli attacchi che si sono protratti per più giorni. I ricercatori hanno anche appurato che molti hacker adottano metodi molto astuti per nascondersi. Molti dei programmi che lanciano attacchi DoS selezionano gli indirizzi in modo casuale in modo da nascondere la provenienza dei packets. In questo modo le risposte automatiche dei sistemi di difesa degli obiettivi degli attacchi vengono disperse sullintera rete Internet, rendendo molto difficile individuare la provenienza dellintrusione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore