Attacco a YouTube, Google corre ai ripari

CyberwarMarketingSicurezza

La vulnerabilità cross-site scripting. inseriva codice nella pagina dei commenti di YouTube. Google ha negato problemi agli account personali

La falsa notizia della morte di Justin Bieber appariva in un video su YouTube di Lady Gaga (uno dei più visti con 238 milioni di visualizzazioni): il sito di video condivisione di Google era stato hackerato. Ma dopo poche ore Google è riuscita a neutralizzare un attacco che sfruttava la vulnerabilità cross-site scripting.

La falla, secondo Idg, inseriva codice nella pagina dei commenti del popolare sito di video. Stando alle ultime ricostruzioni dell’accaduto, gli hacker avrebbero sfruttato il successo della giovane popstar Justin Bieber. Google ha detto che gli exploit non hanno permesso l’accesso agli account dei visitatori di YouTube. Ma Google ricorda che, per motivi di sicurezza, i visitatori dovrebbe sempre effettuare il log out per scollegarsi dagli account Googlke e ripetere il log in, per ricollegarsi: questa è la procedura di sicurezza.

Infine l’attacco hacker (che ha anche portato gli utenti su siti porno a loro insaputa) non avrebbe sfruttato malware, ma il reindirizzamento su pagine sconosciute invece potrebbe aver coinvolto l’uso di malware. Ma per evitare i guai erano sufficienti i comuni software antivirus.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore