Heath Ledger diventa esca dei malware

CyberwarSicurezza

Secondo G Data la ricerca Internet per l’attore di Brokeback Mountain e morto in circostanze misteriose, porta in realtà a siti infetti

G Data avverte che la ricerca Internet per Heath Ledger, l’attore 28enne noto per la sua interpretazione nel film Brokeback Mountain, morto nel suo appartamento di New York,

porta a siti infetti.

Ancora una volta il crimine informatico si serve del social engineering per sfruttare eventi di grande interesse sociale, come già successo per Paris Hilton, lo Tsunami eccetera.

I criminali online hanno subito a pprofittato di questo evento tragico per indirizzare gli utenti verso siti internet infetti e contenenti codici dannosi.

Soltanto alcune ore dopo che la notizia del decesso di Heath Ledger è stata rilanciata da tutti gli organi di stampa, il primo numero di siti infetti era già stato predisposto. Fatto particolarmente pericoloso, non appena si inseriscono le parole „Heath“ e „Ledger“ in Google, un grande numero di questi siti figura tra i risultati della ricerca.

Cliccando su uno di questi siti compare un messaggio di errore all’interno del browser dell’utente che lo avvisa di installare subito un oggetto ActiveX. Basta una semplice conferma, fatta senza attenzione, e subito e un gran numero di codici dannosi infetteranno il Pc.

Gli utilizzatori dei prodotti di sicurezza dovrebbero immediatamente fare un update delle loro firme virali in modo tale da proteggersi da questi pericolosi attacchi.

Per impedire che il browser diventi un potenziale vettore di infezioni informatiche lo scanner HTTP locale, che è contenuto in tutti i prodotti G DATA per la sicurezza, dovrebbe sempre essere impostato su „atttivo“. In questo modo il pericolo può dirsi scongiurato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore