Hollywood ha meno fretta di Apple di salire su iTunes

Aziende

Il prezzo e le misure anti pirateria sono le incognite maggiori nella
trattativa in corso per sposare il video noleggio della Mela

Gli Studios di Hollywood, che sarebbero in trattativa con Apple per portare il cinema su iTunes (e quindi, su iPod Video, Apple Tv e presto iPhone), frenano gli entusiasmi. Hollywood ha meno fretta di Apple di salire sul carro di iTunes. Il perché è presto detto: il nodo della trattativa più difficile da sbloccare sembra il prezzo. Finora gli studios erano stati tiepidi con Internet per due ragioni fondamentali: il terrore della pirateria (oggi superata dalle tecnologie Anti copia); il timore di raffreddare il florido mercato dei dvd, sposando Internet. Una svolta dello starsystem su Internet significherebbe che la Rete non viene più vista come un nemico (covo di pirati), ma come un mezzo per diffondersi ancora più capillarmente. Ma ora a far storcere il naso agli Studios sarebbe il prezzo. A rendere perplessa Hollywood sull’ingresso nel video noleggio online, sarebbe il prezzo di 2,99 dollari, considerato troppo basso. Inoltre, alcuni studios esprimono dubbi sul fatto che Apple intenda combattere eventuali download pirata. Già CinemaNow, Movielink e Amazon noleggiano film su Internet. Ma iTunes di Apple ha saputo costruire un jukebox musicale finora imbattibile, e potrebbe ripetere il successo con il cinema (già ha dato un assaggio delle potenzialità con i video download di Disney). Insomma, potrebbe essere solo questione di tempo. Apple forse già sperava in un lancio autunnale, ma dovrà ancora aspettare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore