Home made nell’era di YouTube

Marketing

Il digitale fatto in casa sbarca all’Accademia di Carrara: al Festival
dell’Home Made per riflettere su Net Art, software libero e nuovi canali
digitali

L’ Home Made Festival si svolgerà d al 6 al 14 ottobre all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Asse centrale di tutta l’iniziativa è l’autoproduzione. Materia fondante è tutto ciò che riguarda le abilità creative e i progetti multimediali digitali. Ma autoproduzione è anche tutto ciò che riguarda ogni cosa “fatta in casa” che si sottrae dai monopoli e vive all’insegna della condivisione, cooperazione, del no-profit. Nell’era di YouTube e del successo dei video amatoriali, l’home made è la carta vincente per fare arte oggi. Ogni cosa possa essere d’uso quotidiano così come pezzi di cultura che investono sull’autoproduzione (editoria su carta stampata e in web, produzione e distribuzione video, produzione e distribuzione musicale, progetti di diffusione di idee in digitale, temi connessi a tutto questo come la privacy, le licenze). Il festival si compone di un concorso che prevede l’esposizione di dieci opere selezionate e due premi da 500 euro riguardanti la miglior Opera Collaborativa e la miglior Opera Libertaria e Low-fi in quanto a distribuzione e/o produzione. Verranno organizzati installazioni, performance, workshop e seminari sui temi delle autoproduzioni. Sarà realizzato inoltre uno spazio per lo streaming audiovideo in diretta sul web, una telestreet che trasmetterà i contenuti della manifestazione, i banchetti di diffusione del materiale autoprodotto e uno spazio informatico per il download di materiali digitali autoprodotti liberi che chiunque potrà andare a prendere, copiare, vedere, ascoltare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore