Horizon 2020 guarda alle PMI

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
La carta d'identità eletronica (Cie) sarà a regime dal 2018
1 0 1 commento

L’aumento della dotazione da 50 ad oltre 70 miliardi di euro va soprattutto attribuito alla creazione di un nuovo pilastro, quello della ‘Leadership industriale’, dedicato alle PMI

Horizon 2020, l’atteso programma settennale di fondi dell’Unione Europea, assegnerà 70,2 miliardi nei prossimi 7 anni: la dotazione è aumentata rispetto ai 50 previsti. Una decina circa è destinato alle PMI. Il nuovo Programma del sistema di finanziamento integrato destinato alle attività di ricerca della Commissione europea è attivo dal 1° gennaio 2014 fino al 31 dicembre 2020, ed è lo strumento finanziario che gestirà i progetti dedicati al raggiungimento dell’obiettivo chiave “Innovazione” della strategia Europa 2020 e volto ad accrescere la competitività dell’Europa sul piano internazionale.

Horizon 2020 per le PMI ed istituti di ricerca prevede un’apertura dei fondi attraverso strumenti di debito, garanzia ed equity. Sarà aperto anche ai consulenti di settore.

L’aumento è soprattutto da attribuire alla creazione di un nuovo pilastro, quello della ‘Leadership industriale‘, uno strumento composto di 17,01 miliardi di euro che intende accompagnare l’industria e in particolare le Piccole e medie imprese (a loro spetteranno almeno 3,4 miliardi) nello sviluppo di processi innovativi. Questo nuovo strumento va ad affiancarsi a quello tradizionale  dell’Eccellenza scientifica (forte di 24,4 miliardi), che mira a valorizzare la ricerca di base, la creazione di cluster di Università e la mobilità dei ricercatori.

Horizon 2020 guarda alle PMI
Horizon 2020 guarda alle PMI
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore