Hp a tutto storage

Management

È sempre più evidente l’interesse della società per lo storage, naturalmente in un’ottica "adaptive"

Hp preme l’acceleratore sullo storage con una raffica di annunci che fra maggio e giugno hanno cambiato l’offerta della società. Si va da un più classico allargamento della famiglia Eva, con tre nuovi modelli (4000, 6000, 8000) alla nascita del Wan Accelerator, un’appliance che si posiziona sulla rete in maniera trasparente e rende più veloci le applicazioni degli uffici remoti. “Il nostro impegno è quello di investire per essere innovativi rispondendo alle esigenze dei clienti. Concretamente questo significa produrre soluzioni per le nuove esigenze di business ed espandere il portafoglio prodotti, offrendo già oggi prodotti grid enabled”, sostiene Roberto Patano, Software e Nas business manager Storage Works division, Hp Italia. I recenti annunci rispondono a questi criteri: da una parte soluzioni innovative che modificano gli scenari e dall’altra miglioramenti a linee di prodotti già esistenti. Rientrano nel primo caso gli Hp StorageWorks EFS Clustered Gateway con cui l’azienda entra nel mercato Nas high end con una soluzione scalabile, ad alte performance e con un prezzo ritenuto aggressivo. “Nel mercato enterprise – ha continuato Patano – le soluzioni San e Nas convergono sempre più. E mentre le soluzioni tradizionali risultano poco scalabili, con tecnologia proprietaria costosa, si sente la necessità di soluzioni alternative come l’EFS Clustered Gateway”. Altra innovazione è il già citato Wan Accelerator, un’appliance che permette alle filiali di creare un’infrastruttura collegata alla sede centrale risparmiando risorse e con un aumento della larghezza di banda fino a 20 volte. Di nuova concezione anche lo StorageWorks 6000 Virtual Library System che migliora i back up e riduce i tempi di ripristino. Migliorata e ampliata la famiglia Eva con tre nuovi modelli per soddisfare differenti richieste di capacità, performance e budget. Espansione anche della famiglia di librerie enterprise con modelli ideali abbinati a Eva, infine lo StorageWorks Dat Usb è un tape drive che unisce le caratteristiche e il basso costo del Dat con la capacità plug and play dell’Usb 2.0.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore