Hp: la tecnologia diventa business

Aziende

All’Hp Partner Event, i vertici della società hanno sottolineato ai reseller
l’importanza della tecnologia e della creatività come fattore di sviluppo del
business

La tecnologia diventa business. In queste poche parole si può sintetizzare la strategia presenta da Alessandra Brambilla, direttore solution partners organization di Hp, nell’ambito della manifestazione Hp Partner Event

“Tecnologia e Creatività” che si è tenuta al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Tecnologia e creatività, appunto, sono stati i due termini più sottolineati alla platea composta da oltre mille partner, termini che hanno fatto da contorno a una serie di punti chiave che hanno toccato Hp negli ultimi tempi.

Brambilla ha citato l’acquisizione di Mercury, per rafforzare il connubio tra tecnologia e business, ha citato l’attenzione ai blade e nell’area networking ha sottolineato l’incremento del portafoglio prodotti. Brambilla ha poi evidenziato come per la divisione Personal system group (Psg) si sia investito molto sia sul fronte della mobility sia su quello della digital home mentre, per quanto riguarda la divisione Imaging and printing group

(Ipg), l’accento è stato posto sul fatto che l’azienda si sia trasformata in una printing company.

Brambilla non ha trascurato anche l’aspetto del risparmio energetico, annunciando che la società sta mettendo a punto un programma che punta l’attenzione sia sul risparmio energetico sia sul contributo statale affidato a ogni macchina Hp.

E, proprio sul punto delle stampanti, Emilio Piva, vice president & general manager Ipg di Hp ha sottolineato che: “Il business dell’imaging e printing non è più periferico e inizia a non esserlo anche per i partner. Dal business delle stampanti che era un tempo oggi, a distanza di qualche anno, si parla sempre di più di business delle informazioni, meglio, della fruibilità delle informazioni”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore