HP migliora Adaptive Enterprise, e non solo

Management

Abbattere i costi di circa un terzo, questo lo scopo delle nuove
soluzioni proposte nel campo del printing, dell’imaging e
dell’information technologie.

Hp ha annunciato nuove possibilità che miglioreranno la line up del suo Adaptive Enterprise. Come il corrispondente On-Demand Computing di Ibm, Adaptive Enterprise di Hp vuole creare una agile infrastruttura It in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti organizzativi. Hp ha ampliato il range del server Integrity con mx2, il nuovo modulo dual-processor che sfrutta i 64-bit di due chipset Itanium, per un totale di 128-bit. Secondo quanto affermato da Nora Denzel, vice presidente senior e general manager di Hp, per il settore adaptive enterprise e software business, i server Hp Integrity, costeranno circa un terzo in meno dei concorrenti Ibm. Hp ha anche annunciato Riss (StorageWorks Reference Information Storage System), sistema per archiviazione e indicizzazione di contenuti non strutturati. Alla base di Riss sta Persist Technologies, acquisizione di Hp dell’anno passato. Nelle intenzioni della multinazionale anche maggiori sforzi a vantaggio del programma europeo di Total print management (Tpm). Scopo di Tpm è rendere più efficiente il printing e l’imaging mediante l’unificazione delle risorse e l’utilizzo di apparecchiature multifunzione, come apparecchi che svolgono funzioni di fotocopiatrice, stampante e fax. Hp è convinta che Tpm riuscirà a ridurre i costi di circa il 30%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore