Hp migliora il supporto all’open source

Workspace

Un accordo stretto con MySql e Jboss consentirà agli utilizzatori di open source una maggiore flessibilità e sicurezza.

MySqlL e JBoss coopereranno con Hewlett Packard nel campo dell’open source. Sebbene nel mondo Linux non abbia l’importanza di Ibm, Hp è interessata all’open source sin dal suo accordo, e relativa fusione, con Compaq Computer. Di recente ha lavorato assieme a Novell per inserire Linux nei suoi desktop. La sua volontà di giocare un ruolo importante in questo campo è dimostrata anche dall’aver promosso Linux per i suoi server Intel. Hp è anche stata la prima azienda ad aiutare finanziariamente gli utenti di Linux nelle controversie legali intentate da Sco Group. Grazie all’accordo stretto con MySql e Jboss, Hp allarga il supporto all’open source e copre due delle maggiori aree di sviluppo. Marten Mickos, ceo della MySql, ha dichiarato che “L’accordo avvantaggerà gli utenti delle piattaforme Hp, mettendo a loro disposizione i vantaggi e le performance di MySql” La start up svedese MySql è una realtà in espansione, che è cresciuta in pochi anni, fino a diventare un serio concorrente di Microsoft per gli utilizzatore dei database low-end. Jboss è ai primi posti nelle applicazioni Web basate su Java. E questo nonostante l’annoso contenzioso con Sun Microsystem, e il nuovo modo di approcciare l’open source.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore