Hp Photosmart M407

AccessoriWorkspace

Fotocamera digitale

Una quattro Megapixel che ha deciso di puntare sulla semplicità, offrendo un buon numero di impostazioni, senza però strafare. La Hp Photosmart M407 dispone delle principali funzioni, quelle più usate e diffuse, per ottenere immagini di buona qualità, senza tante complicazioni tecniche. La filosofia di Hp si presenta nella M407 con un menù molto semplice e con tantissime informazioni da consultare direttamente in macchina, per usare al meglio le impostazioni. Oltre ai testi più approfonditi, richiamabili dal menù, ogni singola funzione è corredata di brevi frasi esplicative, che consentono anche al meno esperto di usare nel modo più appropriato le varie modalità. Sul retro, a sinistra del display da 1,8 pollici, sono accessibili due selettori che provvedono a impostare le modalità relative al flash, al tipo di ripresa, oppure per selezionare le modalità di scatto e il menù Instant Share, con il quale possiamo condividere le foto o inviarle per la stampa. Due selettori, quindi, che sostituiscono la più diffusa ghiera e sono altrettanto funzionali. Il flash può essere usato in automatico o essere inserito/disinserito a piacimento; si avvale anche della funzione “notte”, per illuminare correttamente soggetti e sfondi in totale oscurità. Alla ripresa in completo automatismo, si affiancano le modalità per le situazioni più comuni: ritratto, panorama, azione e spiaggia/neve. C’è anche la modalità Macro, che non va al di sotto dei 10 cm, e lo scatto veloce, che disinserisce la modalità di messa a fuoco continua per scattare con maggiore rapidità. Sul lato destro del display c’è il joistick, di buona fattura, e il selettore per lo zoom. La variazione di focale non è velocissima, ma la sua pecca maggiore è il fatto che non possiamo disinserire lo zoom digitale. E’ vero che arrivati a fine corsa bisogna premere nuovamente il tasto per passare all’ingrandimento digitale, ma si rischia di inserirlo inavvertitamente. Sempre sul retro c’è il tasto di accensione e il selettore per passare dalla ripresa alla visualizzazione delle foto registrate. La M407 usa le schede Sd o Mmc, ma può anche avvalersi di una piccola memoria interna da 16 Mb. Non tutta viene usata per l’archiviazione delle immagini, come giustamente avverte il manuale di istruzioni, serve comunque a scattare da un minimo di 6 scatti alla risoluzione migliore fino a 151 in formato Vga (640×480 pixel), la qualità più bassa, da usarsi esclusivamente per la posta elettronica e per Internet. La memoria interna riscatta un po’ Hp dal non aver messo una scheda di memoria nel kit. Scelta sicuramente dettata dall’intenzione di mantenere basso il prezzo, che in effetti è molto buono, date le caratteristiche e la qualità garantite da questa fotocamera.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore