Hp Photosmart R727 e Photosmart 6221

AccessoriWorkspace

Compatta e semplice da utilizzare la nuova Photosmart offre una soluzione
completa anche senza l’aiuto del Pc

Il corpo in metallo e l’aspetto compatto della Photosmart R727, al primo contatto trasmettono subito una sensazione di solidità e praticità. La fotocamera misura 93,3×23,6×61 mm e racchiude un’ottica con zoom 3x, (39-118 mm equivalenti nel formato 35mm) e un display da 2,5?. L’obiettivo non sporge dal corpo macchina anche in modalità tele, quando la fotocamera viene spenta, un coperchio metallico protegge automaticamente le ottiche. Nonostante la forma un po’ squadrata, nella parte anteriore è presente un incavo per consentirne una comoda impugnatura, per un controllo totale delle funzioni con una sola mano. Il luminoso e generoso display, abbinato al menu grafico chiaro e disponibile in italiano, rendono l’utilizzo di questo dispositivo intuitivo anche per i meno esperti. Le immagini registrate possono avere una risoluzione massima di 2.864×2.160 pixel grazie al sensore Ccd 1/2,5? da 6,2 Mpixel. La macchina dispone di una memoria interna da 32 Mbyte, sulla quale si possono registrare fino a 11 immagini alla massima risoluzione. Per espandere la memoria è possibile utilizzare schede di memoria Sd con capacità fino a 2 Gbyte. Provando la macchina si apprezzano la facilità di utilizzo e la grande varietà di funzioni disponibili ma si rimane un po’ perplessi di fronte ai risultati in alcune particolari situazioni. Negli scatti che abbiamo eseguito durante la prova, tutti con totale automatismo, è emersa una distorsione ottica particolarmente evidente in presenza di riferimenti verticali e orizzontali. La fedeltà dei colori, l’esposizione e il contrasto sono accettabili in ambienti esterni, con luce naturale, anche se è presente un discreto rumore nelle aree scure. In ambienti chiusi utilizzando il flash le immagini perdono decisamente qualità e luminosità. Il flash copre correttamente una distanza di poco superiore ai due metri, ma non è sufficiente per ottenere buoni risultati in una stanza di medie dimensioni. Particolarmente efficace e con un dettaglio di buon livello risultano le immagini scattate in modalità macro. Per velocizzare l’utilizzo della macchina, nella parte superiore sono disposti quattro pulsanti, controllo del flash, macro, Photosmart Express e modalità riproduzione, manca però il controllo per l’autoscatto che va cercato nel menu. La R727 oltre a immagini statiche è in grado di registrare anche filmati in formato Mpeg, con una risoluzione massima 640×480 a 24 fps con audio. Abbiamo provato a registrare un filmato fino ad esaurimento delle memoria interna, ottenendo immagini molto fluide e definite per una durata di circa 24 secondi. Terminata la fase di ripresa, la macchina ha però impiegato circa 30 secondi per comprimere il filmato. Con la fotocamera in prova ci è stata fornita anche Photosmart 6221, una piccola docking station dotata di telecomando. La base assolve a diverse funzioni e, nell’ottica di chi non intende utilizzare il Pc per gestire le foto, diventa uno strumento molto interessante. Questo dispositivo può essere alimentato via Usb o dall’adattatore di rete in dotazione alla fotocamera. Con la docking station è fornita una batteria supplementare agli ioni di litio da 1050 mAh identica a quella della fotocamera. La base ospita la batteria in un alloggiamento dove possono essere ricaricate, in alternativa, due batterie AA. Quando la fotocamera è inserita nella base la ricarica della batteria nella base è interrotta per ricaricare quella inserita nella R727. Photosmart 6221 dispone di un’uscita video composito per il collegamento alla Tv e grazie al telecomando è possibile gestire presentazioni e modalità di visualizzazione. Il kit in prova, grazie anche alle possibilità offerte dal software residente sulla fotocamera, consente anche ai meno esperti di gestire effetti digitali e correzioni delle immagini, come la rimozione degli occhi rossi anche senza l’utilizzo di un Pc.

Votazione: 70

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore