Hp Photosmart R818

AccessoriWorkspace

Un bravo produttore deve essere in grado di coniugare qualità, tecnologia e facilità d’uso

Un bravo produttore deve essere in grado di coniugare qualità, tecnologia e facilità d’uso

. Dal nostro punto di vista la R818 risponde pienamente a questi principi. La persona che ha poca dimestichezza con la fotografia, riesce a manovrarla facilmente e a ottenere risultati di buona qualità; l’esperto che desidera avere un approccio maggiormente “professionale”, trova modalità che gli consentono di conferire un taglio personale alle immagini. La R818, come altri modelli Hp, offre, per ogni funzione, una breve frase che ricorda a cosa serve e come utilizzarla. Attraverso il menu, inoltre, è possibile accedere a un manuale di istruzioni condensato, utile quando si è in giro e non ci si ricorda bene come procedere. Dal punto di vista strettamente tecnico, questo modello è provvisto di una grande varietà di funzioni, oltre a disporre di un sensore da oltre 5 Megapixel e di uno zoom da 36 a 180 mm di focale. Un po’ penalizzato lo schermo Lcd, che non è molto grande. Le principali impostazioni possono essere selezionate direttamente attraverso pulsanti a vista, senza entrare nel menu. Sulla sinistra, in alto, un tasto consente di visualizzare i programmi. Oltre all’automatismo completo, sono disponibili quelli classici; ci sono pure due programmi per la realizzazione assistita di panoramiche, composte da 2 o 5 fotogrammi consecutivi. L’assemblaggio avviene direttamente in macchina+ ed è semplice da eseguire. Per i più esperti ci sono i due semi automatismi a priorità dei tempi o dei diaframmi, e il manuale completo. Per non incappare in errori grossolani, sullo schermo viene indicata la sovra e sottoesposizione, a seconda dei valori che scegliamo. I programmi scorrono con le freccette del joistick posto a destra dello schermo. È bello grande, e comodo, anche per chi ha dita un po’ grosse, sovente penalizzato dalle compatte molto piccole. La funzione video si attiva con il pulsante a destra in alto, a fianco dello scatto. Attenzione: appena lo premiamo parte la ripresa, per cui prepariamoci prima. Le altre funzioni importanti si selezionano con la serie di tasti sotto il display. Il flash incorporato offre diverse opzioni d’uso, dall’automatismo completo alla sincronizzazione lenta, per avere bene esposto anche ciò che si trova alle spalle del soggetto. Il pulsante accanto a quello del flash, permette di attivare diverse opzioni legate alla messa a fuoco. Se abbiamo bisogno di altre funzioni, come la sovra o sottoesposizione intenzionale, o la modalità bracketing, valida sia per l’esposizione che per ottenere tre scatti di cui uno a colori, uno seppia e uno bianconero, dobbiamo entrare nel menu principale, da dove possiamo anche impostare i livelli di risoluzione e qualità, oltre che agire su altri parametri. Dimenticavo: possiamo anche personalizzare il menu, inserendo le funzioni e le impostazioni preferite, senza doverle cercare ogni volta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore