HP potrebbe tagliare 25 mila posti di lavoro

AziendeMarketing
Meg Whitman, Ceo di Hp: ricavi e utili in crescita, grazie ai server

HP sta considerando una pesante ristrutturazione. Fino all’8% della forza lavoro

Messa sotto pressione dal sorpasso del Mobile sul mercato Pc, HP sta prendendo l’esame di tagliare fino a 25 mila posti di lavoro. La pesantissima ristrutturazione colpirebbe fino all’8% della forza lavoro. È vero che, dopo il sorpasso di Apple su Hp nella classifica Canalys (quella che somma tablet a Pc), nel primo trimestre Hp ha recuperato lo scettro. È  vero che Hp sta preparando i tablet Windows 8, i cui modelli con processori Intel saranno a scaffale già a novembre, in tempo per lo shopping natalizio. Tuttavia Hp, per ridurre i costi e per rispondere alla sfida del mercato Pc, tablet e servizi, è costretta a ristrutturare.

Secondo Bloomberg fra 10.000 – 15.000 licenziamenti affliggeranno il gruppo Enterprise services, che  vende una gamma di servizi IT, ed è colpito dal calo della profittabilità. Il Ceo Meg Whitman sta cercando di riportare Hp in salute, dopo un anno difficile sotto la precedente guida del Ceo Leo Apotheker, che avrebbe voluto cedere la divisione Pc. I tablet e il cloud computing, preferiti dagli utenti consumer, obbligano il mercato Pc a rivedere le strategie.

Con 18,000 tagli Hp potrebbe risparmiare 1.2 miliardi di dollari, aggiungendo 50 centesimi per azione all’anno.

Meg Whitman, Ceo Hp
Meg Whitman, Ceo di Hp
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore