HP: pronta la nuova versione del toolkit per gli sviluppatori nell’area Semantic Web

Management

Jena 2.1 implementa i nuovi standard W3C.

HP ha annunciato la disponibilità della nuova versione di Jena, il toolkit open source per il Web semantico utilizzato per creare applicazioni capaci di condividere, elaborare e integrare le informazioni sul World Wide Web. ‘L’idea di fondo sulla quale si basa Jena è quella di semplificare agli sviluppatori il collaudo delle applicazioni di Web semantico’ spiega Brian McBride, l’ideatore di Jena presso gli HP Labs, e co-Presidente del gruppo di lavoro RDFCore del W3C. Jena implementa le nuove raccomandazioni per il Web semantico annunciate dal Consorzio W3C. Il 10 febbraio scorso, infatti, il W3C ha approvato in via definitiva due tecnologie chiave per il Web semantico: Resource Description Framework (RDF) e Web Ontology Language (OWL), linguaggi standard che forniscono una infrastruttura per la gestione di risorse, integrazione d’impresa e la condivisione e il riuso di dati sul Web. Tali formati standard consentono che diversi tipi di utenti possano condividere le stesse informazioni, anche se non hanno lo stesso software. Con Jena, spiega HP, è possibile creare contenuti Web in una forma comprensibile alle macchine agevolando raccolta, filtraggio ed elaborazione della conoscenza secondo modalità intelligenti. Jena, in grado di supportare applicazioni di vario tipo, come integrazione database, gestione della conoscenza e annotazione immagini, conta ad oggi 17.000 download ed è riconosciuto come il più diffuso kit di strumenti per gli sviluppatori nell’area del Web semantico. Il toolkit è scaricabile all’indirizzo www.hpl.hp.com/semweb , dove è anche possibile trovare informazioni su HP e Semantic Web.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore