HPE acquista SGI per 275 milioni di dollari

AcquisizioniAziende
HPE: intesa con Micro Focus per lo spin-off del software
0 1 Non ci sono commenti

HPE si aggiudica il supercomputer UV, una soluzione in-memory in grado di operare con i più popolari database in-memory, da Sap a Oracle

Dopo la dieta, HPE torna a potenziarsi e acquisisce SGI, azienda specializzata in data analytics. L’operazione va in porto per 275 milioni di dollari. HPE si aggiudica il supercomputer UV, una soluzione in-memory in grado di operare con i più popolari database in-memory, da Sap a Oracle.

Fondata nel 1981, SGI per molti anni era nota come Silicon Graphics, e competeva con Sun Microsystems, quindi entrò nel tunnel, fino al Chapter 11 per la protezione da bancarotta, fino all’acquisizione, da parte di Rackable Systems, nel 2009, quando cabiò nome in SGI. Oggi l’azienda conta 1100 dipendenti a livello globale e ha archiviato l’ultimo esercizio a 533 milioni di dollari.

HPE acquista SGI per 275 milioni di dollari
HPE acquista SGI per 275 milioni di dollari

Dalla separazione da HP in poi la strada seguita da HPE è parsa segnta, ma non sono mancati gli assestamenti. L’evoluzione è focalizzata sulle attività dell’Enterprise Group e quindi sulla parte cloud/infrastrutture, mentre tutto il resto è passato in cavalleria. sono andati in scena cessioni e disinvestimenti, a partire dallo spinoff della parte servizi con cui HPE ha affrontato una serie di cambiamenti organizzativi che ora interessano anche la parte cloud privato e la linea Helion.

Hpe si è di recente riorganizzata: Bill Hilf, che guidava la parte cloud, se ne va “per seguire altre opportunità”; il gruppo SDCG passa in mano a Ric Lewis e il team vero e proprio di sviluppo Helion a Mark Interrante. Cambio al vertice anche per la parte storage: Bill Philbin prende il posto di Manish Goel, anche lui in uscita da HPE verso altri lidi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore