Huawei Matebook X e Matebook E sfidano Mac e Surface

Dispositivi mobiliLaptopMobilityPCWorkspace

Huawei arriva in Italia entro la fine di giugno con un laptop ultraleggero Matebook X e il nuovo 2-in-1 Matebook E. La strategia: non si vive di soli ibridi

A fine giugno anche Huawei sarà pronta con i nuovi dispositivi di computing… La novità del vendor è innanzitutto l’arrivo di un MateBook X con display da 13″, vero e proprio laptop, ad affiancare il due in uno MateBook E (12″) e Huawei MateBook D, che è un altro laptop con una diagonale importante. Matebook X e Matebook E arrivano nella prima ondata, ci sarà da aspettare in Italia per Matebook D.

Matebook X e Matebook E, pur con form factor diversi arrivano tra l’altro con configurazioni relativamente vicine tra loro (e decisamente simili sul mercato italiano). Intel Core i5 o m3 di settimana generazione per Matebook E e addirittura un modello Core i7 per il modello “X”, 4 Gbyte di Ram e 256 Gbyte di memoria per dati e applicazioni di base su Matebook E (rimandiamo oltre per le configurazioni che arriveranno a fine giugno in Italia). MateBook D, più avanti, invece sarà disponibile con Intel Core i7 o i5 e addirittura grafica discreta Nvidia GeForce 940MX (opzionale). 

Huawei Matebook X

Ruba la scena MateBook X, addirittura in questo caso il rapporto tra display e ingombro complessivo dello schermo è dell’88 percento, con una cornice esterna di appena 4,4mm per uno schermo in rapporto 3:2.

Matebook X
Matebook X

Questo ultraportatile sfrutta il raffreddamento senza ventole anche per l’alta qualità dei materiali scelti e Huawei Space Cooling Technology. Non finiscono le caratteristiche di pregio del dispositivo. Il display ha risoluzione 2K (2160×1440, la risoluzione nativa), è protetto da vetro Corning Gorilla e sarà disponibile in tre colorazioni Prestige Gold, Space Grey e Rose Gold.

Huawei Matebook X_1

Huawei pensa a un mercato non solo consumer, tanto da avere integrato anche il sistema di login tramite le impronte digitali e Windows Hello, caratteristica non comune in questa fascia, ma certo il vendor cinese ha lavorato anche per offrire una buona esperienza multimediale tanto che MateBook X propone il sistema Dolby Atmos.

Huawei Matebook X - Con sensore di impronte digitali per il login
Huawei Matebook X – Con sensore di impronte digitali per il login

Il prezzo è direttamente proporzionale a tutte queste caratteristiche. E Matebook X costerà 1399 euro nella colorazione Dark Grey. E’ questo il prezzo della seguente configurazione italiana del dispositivo con Intel Core i5-7200U, 8 Gbyte di memoria e storage SSD da 256 Gbyte. Questo “X” pesa appena 1050 grammi, non è equipaggiato però con connettività LTE, che può mutuare molto facilmente dagli smartphone Huawei, con un sistema dedicato. La connettività è completata da WiFi 802.11 ac e Bluetooth 4.1. Per quanto riguarda le interfacce sono disponibili una porta USB-C per la ricarica, e un’altra porta sempre USB-C. In arrivo una MateDock per collegare le periferiche tradizionali (Hdmi, VGA, DV e Usb-A)

Huawei Matebook E

Il form factor 2-in-1 è proposto a circa 200 euro in meno (1199 euro)  rispetto al laptop classico. In Italia questa proposta arriva con Intel Core i5-7Y54, 4 Gbyte di memoria e SSD da 256 Gbyte, il display IPS ha risoluzione 2160×1440, batteria da 33,7 Wh rispetto a quella da 41 per il modello X. Anche in questo caso sono ospitati Dolby Atmos, lettore di impronta digitale, accelerometro e sensore hall. Con la tastiera in questo caso si raggiungono i 1100 grammi (640 grammi senza tastiera). Praticamente identica a Matebook X la configurazione WiFi e Bluetooth.

Huawei Matebook E
Huawei Matebook E

La lezione del mercato

Della proposta Huawei è interessante leggere il significato, nello scenario di mercato complessivo. Prima di tutto Huawei con la proposta di due laptop, entra in competizione con vendor dalle spalle larghe, e allo stesso tempo occuperà uno spazio che, soprattutto in Italia, è stato lasciato libero nel mercato consumer (si sa bene quanti e quali brand siano spariti a scaffale).

Huawei si dimostra pronta ad estendere il campo di battaglia. Il secondo passaggio importante di questa proposta è che anche Microsoft, che ha appena proposto Surface Pro e ha a portafoglio laptop e Book competerà sul mercato con un player in più.

La terza evidenza è che a parte le sirene del marketing pochi hanno deciso di fronteggiare la richiesta esclusivamente con i 2-in-1 che, vogliamo ricordarlo, non raggiungono il 50 percento delle vendite rispetto alla proposta laptop. 

Insomma, anche chi entra adesso, e fino ad oggi si è limitato a proporre 2-in-1, pensa bene che un laptop ultraleggero sia molto appetibile. Questa stessa proposta poi evidenzia anche altri aspetti. Il primo tra questi è che si può fare un ottimo laptop ultraportatile, che è anche più leggero di un 2-in-1 con tastiera. Non ci stiamo però muovendo in un mercato facile, e il prezzo di 1300 euro resta un prezzo importante e sostanzialmente allineato verso l’alto.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore