Huawei verso la Borsa

AziendeDispositivi mobiliMarketingMobility
Huawei Ascend W1

Al CES 2013 ha lanciato il primo smartphone con Windows Phone 8 e il primo Phablet. Dopo aver sorpassato Ericsson, Huawei si dice possibilista sull’IPO

Dopo aver sorpassato Ericsson, Huawei si dice “open mind” e possibilista sull’IPO. Il colosso cinese potrebbe dunque quotarsi in Borsa, se l’ initial public offering (Ipo) riscuoterà l’interesse degli azionisti. Il Ceo Cathy Meng Wanzhou ha così dichiarato, aggiungendo che la sua azienda non ha necessità di reperire liquidità. Huawei prevede un incremento delle vendite del 12% quest’anno, dopo aver registrato una crescita dell’8% nel 2012.

Ma la società d’analisi Sanford C. Bernstein & Co ritiene che un’IPO sarebbe utile per Huawei per scongiurare problemi relativi alla sicurezza IT, dopo le accuse di spionaggio, respinte con fermezza da Huawei, e risultate infondate. Il fatturato del vendor cinese è salito l’anno scorso a 35.4 miliardi di dollari, e possiede contanti per 12 miliardi di dollari. Huawei impiega 65.000 dipendenti. Ora il vendor cinese scommette su smartphone, tablet e cloud-computing per rafforzare la crescita. Al CES 2013 ha lanciato il primo smartphone con Windows Phone 8 e il primo Phablet.

Huawei Ascend W1
Huawei Ascend W1
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore