Hutchison Whampoa acquisisce O2 per 15,7 miliardi di dollari

AcquisizioniAziende
Google tratta con H3G per ridurre i costi del roaming
1 0 Non ci sono commenti

Nel Regno Unito Hutchison Whampoa compra O2 dalla spagnola Telefonica per 15,7 miliardi di dollari

Hutchison Whampoa acquista O2 dalla spagnola Telefonica per 15,7 miliardi di dollari. Accade in Gran Bretagna. Lo riporta il Financial Times(FT).

La due diligence è durata due mesi. Li Ka-shing, magnate asiatico fra i più ricchi, sta trattando con i fondi sovrani China Investment Corporation, Temasek di Singapore e GIC, oltre a uno del Qatar.

In UK 3 Mobile vuole acquisisce O2 per 15,7 miliardi di dollari
In UK 3 Mobile vuole acquisisce O2 per 15,7 miliardi di dollari

Il gestore 3 Mobile, acquisendo il secondo operatore O2, forte di 22 milioni di abbonati, scalerà la classifica dei gestori di telefonia mobile in Gran Bretagna: nasce un operatore con 30 milioni di clienti che detiene un market share pari al 41% e che potrà risparmiare fra 3 e 4 miliardi di sterline. Ma BT ha acquisito l’operatore mobile EE per 19 miliardi di dollari, guadagnando 24.5 milioni di clienti.

In base all’accordo, BT controllerà il più grande network di banda larga ad alta velocità e il più grande operatore wireless inglese, in grado di vendere servizi mobile, TV, telefonia fissa e accesso a Internet. EE possiede la più ampia base di clienti 4G, la quarta generazione mobile Lte) di ogni operatore europeo.

Secondo Ovum, a causa degli Ott e delle condizioni macroeconomiche, i servizi Tlc in Europa fattureranno l’1.5% in meno, dopo il calo del 2.2% dell’anno scorso. Tuttavia la UE preme per un consolidamento del mercato: e protagonista del risiko delle Telco nel Vecchio Continente è Hutchison Whampoa. Non solo nel Regno Unito, ma anche in Italia.

Se andrà in porto la fusione fra Wind e 3 Italia, potrebbe nascere il terzo polo di telefonia mobile in Italia con 33 milioni di clienti e 7 miliardi di euro ricavi.

Il risiko delle Telco rientra nei “piani” dell’Unione europea, disboscando la giungla di tariffe, per unificare il mercato Tlc europeo in un “unico mercato delle Telco”, “Telecom single market” per quattrocento milioni di utenti europei. La UE sta riformando il mercato Telco europeo, ma l’azzeramento del roaming è slittata.
L’ex commissario Neelie Kroes ha più volte denunciato il fatto che 28 mercati nazionali separati rallentano la realizzazione di un Continente connesso. La “balcanizzazione” infatti rappresenta un freno alla trasparenza, ai diritti digitali e alla possibilità di avere servizi più efficaci. Anche l’Antitrust europeo sarebbe pronto a un ritorno a tre operatori per Paese, nell’ambito del prossimo mercato unico delle Telco.

Conoscete il mandato di Neelie Kroes a capo dell’Agenda Digitale europea? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore