I 10 peggiori disastri di Kroll Ontrack del 2014

CyberwarMarketingSicurezza
Kroll Ontrack: i peggiori disastri del 2014
0 0 Non ci sono commenti

Kroll Ontrack illustra i peggiori disastri che hanno causato la perdita di dati nel corso del 2014

Ogni anno Kroll Ontrack stila la classifica dei peggiori disastri che hanno provocato perdita di dati. Ecco la Top Ten del 2014 dell’azienda specializzata in recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics. La dodicesima classifica annuale dei primi dieci disastri del 2014 comprendono guasti fisici e logici, affrontati dall’azienda nei suoi uffici sparsi in tutto il mondo.

Agli ultimi posti troviamo danni classici: caso tedesco di recupero foto da Nokia Lumia 610, danneggiato dall’acqua, durante lo spegnimento di un incendio da parte di un pompiere; ritardo nell’arrivo di un array di storage durante la messa a punto di una nuova infrastruttura IT (USA); recupero foto da una fotocamera rimasta sommersa dall’acqua per più di un’ora (Norvegia); ripristino di una flash drive USB scambiata da un cane per un giocattolo da masticare (Stati Uniti). Più originale è il caso di recupero dati da un tablet Microsoft Surface “frantumato” in mille pezzi. Potrebbe interessare l’Italia flagellata dal maltempo il caso di recupero dati da un server RAID, scaraventato durante un’alluvione a 100 metri dall’edificio dove era installato: “ci sono volute due settimane per individuare il server che era rimasto in acqua tutto il tempo” (Bosnia ed Erzegovina). Ostico, ma riuscito anche il caso di recupero dati dopo che cyber criminali malintenzionati infiltrati nel sistema informatico di un hotel quest’anno cancellando dati attivi e di backup (Stati Uniti). Un altro classico è l’iPhone finito nel water (Stati Uniti): tutti i dati del telefono del dipendente, comprese le foto di sua figlia, i contatti e messaaggi di testo sono stati recuperati.

Ai primi posti della top ten sono il caso degli spruzzi della cascata, conclusosi con il guasto del telefonino ma con il recupero delle foto (Islanda); infine, al primo posto si piazza il recupero del 50% dei dati cruciali (Polonia) dopo che il notebook era stato danneggiato, colpito con forza da un utente alterato e arrabbiato.

Kroll Ontrack: i peggiori disastri del 2014
Kroll Ontrack: i peggiori disastri del 2014

“Kroll Ontrack è orgogliosa di essere in grado di ‘risollevare la giornata’ quando accade l’inaspettato”, ha detto Paolo Salin Country Director di Kroll Ontrack Italia. “In qualità di leader mondiale nel recupero dati, Kroll Ontrack utilizza lo stato dell’arte dei propri servizi e software proprietario per il recupero dati da qualsiasi tipo di perdita: cancellazione, corruzione, impossibilità di accesso e molti altri casi. Abbiamo davvero visto di tutto, ma non abbiamo mai perso la speranza. Questo atteggiamento è ciò che ci rende un’azienda di successo, anche quando ci confrontiamo con il peggiore dei casi”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore