I 65 nanometri di Intel sono Ultra Low Power

ComponentiWorkspace

Intel ha svelato nei dettagli il nuovo processo di produzione

Come già preannunciato su VNUnet nei giorni scorsi, Intel ha messo a punto un nuovo processo di produzione, Ultra Low Power a 65 nanometri. Intel Corporation infatti ha avviato lo sviluppo di una versione Ultra Low Power del processo di produzione di circuiti logici a 65 nanometri (un nanometro corrisponde a un miliardesimo di metro)a elevate prestazioni, che consentirà la produzione di chip a basso consumo per le piattaforme mobili e i dispositivi di formato ridotto. “I test effettuati sui chip realizzati con la tecnologia di processo Ultra Low Power a 65 nm di Intel hanno evidenziato una riduzione della dispersione di corrente dei transistor di circa 1000 volte rispetto al processo standard. Questo si traduce in un risparmio energetico significativo per gli utenti di dispositivi basati su tale tecnologia” ha commentato Mark Bohr, Senior Fellow e Director della divisione Process Architecture and Integration di Intel. Lo sviluppo di chip basati sui processi di produzione a 65 nm consentirà a Intel di raddoppiare il numero di transistor attualmente installabili su un singolo chip. I processi a 65 nm di Intel comprenderanno transistor con una lunghezza di gate di appena 35 nm, ossia i transistor CMOS più piccoli e dalle prestazioni più elevate finora disponibili per la produzione in grandi quantità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore